Il libro della giungla non ha avversari

Il secondo week-end di programmazione per Il libro della giungla registra ancora ottimi incassi, facendone al momento il rifacimento live-action targato Disney di maggior successo del recente filone. In Italia il film incassa altri 2,7 milioni di euro portando il proprio totale a 6,5 milioni, con una media ancora buona di 3500 euro per sala. Lontano il diretto inseguitore, ancora una volta Nonno scatenato, che si avvicina ai due milioni di incasso in due settimane.

Al terzo posto c’è la new entry Zona d’ombra – Una scomoda verità con Will Smith, che incassa poco più di 500.000 euro (davvero poco pubblicizzato il film), mentre fa meglio, in termini di media, l’italiano Le confessioni con Toni Servillo. Effetto David di Donatello per Lo chiamavano Jeeg Robot, che risale al quinto posto con un totale oramai prossimo ai quattro milioni; ma l’effetto del premio (in questo caso trattasi di quello come miglior film) beneficia anche Perfetti sconosciuti, che si riaffaccia al decimo posto con il suo lodevole bottino di 16,6 milioni.

In America Il libro della giungla regge egregiamente con un secondo week-end da 61 milioni di dollari (quasi 200 milioni in totale). Il cacciatore e la regina di ghiaccio, poco aiutato dalle numerose critiche negative, non impensierisce il remake Disney con il suo esordio, posizionandosi al secondo posto ma con un incasso di appena 20 milioni. Al terzo posto scende la commedia Barbershop – The next cut, che arriva a 35 milioni di dollari.

 

The following two tabs change content below.
Chi sono? Bella domanda sicuramente meglio della risposta che vi riporto di seguito. Sono un ragazzo di 32 anni di professione Ingegnere, appassionato soprattutto di cinema e che ha trovato nel collezionare i Dvd il più naturale sfogo alla sua passione. Nel tempo libero non c'è attività che superi il guardarmi un bel film sopra una comoda poltrona (forse solo una partita di calcetto).

Ultimi post di Manuel Celentano (vedi tutti)