Il sito è ancora in fase di aggiornamento, i contenuti della vecchia piattaforma verranno ripristinati al più presto. Vi chiediamo di pazientare.

Amour vince il premio della critica di Borgogna

amour-locandina-italiana

Proprio ieri sera, l’associazione dei critici cinematografici della Borgogna, una delle regioni della Francia centrale, ha consegnato l’annuale Prix de la Critique de Cinéma de la Bourgogne (in inglese Burgundy Film Critics Awards) che ha visto trionfare in ben quattro delle nove categorie il film Amour di Michael Haneke – incoronato peraltro miglior film staniero dagli Oscar – che oltre al premio maggiore, ossia miglior film, si è portato a casa anche il premio alla miglior regia, quello alla migliore attrice e alla migliore sceneggiatura.

Queste sono tutte le categorie premiate:

Miglior film (Meilleur film)

  • Amour di Michael Haneke

Miglior regia (Meilleur réalisateur)

  • Michael Haneke – Amour

Miglior attore (Meilleur acteur)

  • Denis Lavant – Holy Motors

Miglior attrice (Meilleure actrice)

  • Emmanuelle Riva – Amour

Miglior attore non protagonista (Meilleur acteur dans un second rôle)

  • Samir Guesmi – Camille redouble

Miglior attrice non protagonista (Meilleure actrice dans un second rôle)

  • Edith Scob – Holy Motors

Migliore sceneggiatura originale (Meilleur scénario original)

  • Michael Haneke – Amour

Migliore sceneggiatura originale (Meilleure adaptation)

  • Jacques Audiard e Thomas Bidegain – Un sapore di ruggine ed ossa

Miglior film straniero (Meilleur film étranger)

  • La talpa (Tinker Tailor Soldier Spy) di Tomas Alfredson

 

Il premio, nato nel 2009, è giunto alla sua quinta edizione. Questi sono i precedenti vincitori delle due principali categorie: miglior film e miglior film straniero.

Miglior film
2012 – The Artist di Michel Hazanavicius
2011 – Uomini di Dio (Des hommes et des dieux) di Xavier Beauvois
2010 – Il profeta (Un prophète) di Jacques Audiard
2009 – La classe - Entre les murs (Entre les murs) di Laurent Cantet

Miglior film straniero
2012 – Il discorso del re (The King’s Speech) di Tom Hooper
2011 – The Ghost Writer di Roman Polanski
2010 – Lasciami entrare (Låt den rätte komma in) di Tomas Alfredson
2009 – Il petroliere (There Will Be Blood) di Paul Thomas Anderson

 

The following two tabs change content below.