After Earth - Recensione


Voto staff filmedvd

Film considerato passabile
sulla base di 3 voto/i
2.97/5

After Earth

RANKING
2098° su 2562 in Generale
101° su 133 in Fantascienza
20131 h 40 min
Trama

Mille anni dopo che una serie di eventi catastrofici hanno costretto l’umanità ad abbandonare la Terra, Nova Prime è diventata la casa del genere umano. Il generale Cypher Raige fa ritorno a casa dopo un lunghissimo turno di servizio, pronto ad assumere il ruolo di padre nei confronti del tredicenne Kitai. Nella sua ultima missione, Cypher decide di farsi accompagnare anche dal figlio; ma quando una tempesta di asteroidi danneggia la navicella, i due sono costretti a un atterraggio di emergenza sull’oramai inospitale e pericolosa Terra.

Metadata
Titolo originale After Earth
Data di uscita 6 Giugno 2013
Nazione U.S.A.
Durata 1 h 40 min
Attori
Cast: Jaden Smith, Will Smith, Sophie Okonedo, Zoë Kravitz, Glenn Morshower, Chris Geere, Diego Klattenhoff, David Denman, Lincoln Lewis, Jaden Martin, Sincere L. Bobb, Monika Jolly
Trailer
After Earth

Tratto da un’idea di Will Smith, che ha anche prodotto il film, “After Earth” vede alla regia una delle grandi promesse hollywoodiane mai completamente mantenute, Manoj Nelliyattu Shyamalan, in arte M. Night Shyamalan, che dopo la consacrazione con “Il sesto senso” non è più riuscito a replicare quel successo di pubblico e critica che aveva accompagnato il suo approdo nella mecca del cinema; e difatti anche “After Earth” finisce per deludere proponendo qualcosa di già visto, molto simile a “Io sono leggenda” (il protagonista, forse non a caso, è sempre Will Smith).

Anche in “After Earth” ci ritroviamo infatti in uno scenario (questa volta l’intero pianeta Terra) post-apocalittico, in cui l’intera umanità è stata spazzata via e i pochi rimasti si sono trasferiti su Nova Prime. A causa di un incidente spaziale, la navicella di Cypher Raige (Will Smith) e di suo figlio Kitai precipita sulla Terra, messa in quarantena a causa della sua pericolosità: da qui inizia una catena di eventi che porteranno i due protagonisti ad un’incessante lotta per la sopravvivenza. La vicenda però non gira attorno al generale Raige, bensì a suo figlio (interpretato da Jaden Smith, anche nella realtà figlio dell’attore), il quale si troverà ad esplorare un mondo pieno di pericoli di ogni sorta, al fine di salvare sia lui che suo padre da una morta certa. Come vediamo, dunque, si ripropongono alcuni stilemi che avevamo già visto in “Io sono leggenda”, con una disperata lotta per la sopravvivenza caratterizzata da un’assoluta mancanza d’interazione con altri personaggi.

Un altro elemento fondamentale è il rapporto che intercorre tra i due protagonisti: se all’inizio tra padre e figlio non corre buon sangue, a causa della mancata capacità del padre di comprendere le esigenze di Kitai, solamente con il passare del tempo e la progressiva difficoltà della situazione Cypher riuscirà definitivamente a comprendere la vera forza che intercorre nell’affetto tra lui e suo figlio. Una tematica importante, ma anche questa già vista e rivista in molti altri film. “After Earth”, inoltre, è incanalato su un binario lento e a tratti statico. L’incipit avrebbe potuto sicuramente far nascere qualcosa di più coinvolgente di quello che si vede. Un errore dovuto ad una sceneggiatura estremamente fragile, non supportata a sufficienza da una regia altrettanto inadeguata. Neppure qualche effetto speciale degno di nota riesce a risollevare il giudizio su un film di cui, in ultima analisi, non si sentiva affatto l’esigenza.

Voto dell’autore:2.6 / 5

The following two tabs change content below.
Loading...