Arthur e la vendetta di Maltazard - Recensione


Voto staff filmedvd

Film considerato passabile
sulla base di 1 voto/i
2.80/5

Arthur e la vendetta di Maltazard

RANKING
2187° su 2562 in Generale
75° su 88 in Animazione
20091 h 33 min
Trama

Siamo quasi al termine del decimo ciclo lunare e finalmente Arthur, di nuovo in vacanza con la famiglia nella casa di campagna di Villa Granny, potrà tornare nella terra dei Minimei e riabbracciare Selenia. Ma il padre di Arthur sceglie questo giorno, così tanto atteso, per annunciare che intende interrompere la sua breve vacanza a Villa Granny; mentre stanno per partire, un ragno consegna nelle mani di Arthur un granello di riso con inciso un SOS. Non ci sono dubbi, Selenia è in pericolo!

Metadata
Regista Luc Besson
Titolo originale Arthur et la vengeance de Maltazard
Data di uscita 30 Dicembre 2009
Nazione Francia
Durata 1 h 33 min
Trailer

No trailer added for this movie.

Arthur e la vendetta di Maltazard

Dopo il buon riscontro ottenuto da “Arthur e il popolo dei Minimei”, il regista francese Luc Besson ha deciso di portare a compimento la sua saga letteraria anche al cinema e, a tre anni di distanza dal primo episodio, ha rilasciato questo “Arthur e la vendetta di Maltazard”, girato insieme all’ultimo capitolo “Arthur e la guerra dei due mondi”. Un film intermedio che si conclude con la poco digeribile dicitura “to be continued”; ma i problemi della pellicola non si limitano solo a questo.

Fin dal principio lo script appare macchinoso nel farci rientrare nel minuscolo mondo dei Minimei: si va avanti per pretesti, e le azioni dei protagonisti non sono supportate da motivazioni solide e all’apparenza giustificate. La storia va avanti così senza prefiggersi un fine preciso, se non quello di rendere partecipe lo spettatore di rocambolesche peripezie in un mondo in cui un topo diventa una creatura dalle dimensioni abnormi. Peripezie che godono qua e là anche di idee visive stimpatiche e divertenti, corroborate da una tecnica di animazione maturata rispetto al capostipite, ma che alla fine risultano alquanto fini a se stesse.

Quando poi finalmente il cattivo della situazione si presenta, con tanto di accurata descrizione del suo perfido piano a discapito di coloro che intende sottomettere, ci si accorge che si rimarrà senza un soddisfacente epilogo, visto che siamo già a 70 minuti di visione sui circa 90 totali. Rimane un minimo di curiosità per capire dove la storia voglia andare a parare nell’ultimo capitolo, ma si ha la sensazione che tutta la vicenda potesse essere sviscerata benissimo in un unico film, calcolando tutto il surplus in questa pellicola.

Voto dell’autore:2.8 / 5

The following two tabs change content below.
Chi sono? Bella domanda sicuramente meglio della risposta che vi riporto di seguito. Sono un ragazzo di 32 anni di professione Ingegnere, appassionato soprattutto di cinema e che ha trovato nel collezionare i Dvd il più naturale sfogo alla sua passione. Nel tempo libero non c'è attività che superi il guardarmi un bel film sopra una comoda poltrona (forse solo una partita di calcetto).

Ultimi post di Manuel Celentano (vedi tutti)

Loading...