Assassin's Creed - Recensione

Voto staff filmedvd

Film considerato passabile
sulla base di 2 voto/i
2.80/5

Assassin's Creed

RANKING
1794° su 2102 in Generale
87° su 109 in Fantascienza
20161 h 55 min
Trama

Dopo essere stato condannato a morte, il criminale Callum Lynch viene misteriosamente prelevato da una multinazionale chiamata Abstergo Industries. A sua insaputa Callum viene sottoposto all'Animus, un'innovativa tecnologia che permette di ricostruire ricordi genetici vecchi di secoli, e sarà costretto a rivivere l'identità di Aguilar de Nerha, suo discendente vissuto nella Spagna del XV secolo, con il compito di impadronirsi della potente Mela dell'Eden. L'uomo scoprirà di appartenere a un antico ordine di Assassini atti a proteggere il mondo dall'Ordine dei Templari, da sempre alla ricerca della Mela.

Metadata
Regista Justin Kurzel
Titolo originale Assassin's Creed
Data di uscita 4 gennaio 2017
Nazione Stati UnitiFrancia
Durata 1 h 55 min
Trailer

Tratto dalla serie omonima di videogiochi, “Assassin’s Creed” è diretto da Justin Kurzel, alla terza prova da regista della propria carriera e un anno dopo il precedente adattamento cinematografico di “Macbeth”. Nel cast del film troviamo Michael Fassbender nei panni del doppio protagonista, Callum Lynch e il suo antenato Aguilar, e Marion Cotillard nel ruolo della scienziata Sophia Rikkin. Il videogame di “Assassin’s Creed” è stato realizzato nel 2007 e la sua fortuna prosegue tuttora, sia con la serie ufficiale di videogiochi che con vari spin-off, ed è stata inoltre ampliata dalla pubblicazione di fumetti e cortometraggi; “Assassin’s Creed” rappresenta il primo lungometraggio ispirato alla serie creata dalla Ubisoft, nonostante non sia un vero e proprio adattamento cinematografico della storia dei videogiochi, ma piuttosto un’opera separata e indipendente, che ne condivide soltanto l’universo di riferimento. Kurzel realizza infatti un action-movie d’avventura dal tono spettacolare, che alterna il racconto nel presente con quello nel passato, ambientato durante il periodo dell’Inquisizione spagnola.

Se l’obiettivo è quello di realizzare un nuovo franchise già forte di un’origine celebre, “Assassin’s Creed” si rivolge in maniera assai fiacca verso un immaginario e una mitologia di stampo postmoderni, alternando il genere fantasy a quello storico, tra il rifacimento al modello visivo del videogioco e una messa in scena non particolarmente originale e comunque sempre a rischio dell’effetto patinato. E se anche lo stesso sviluppo narrativo del film pare rifarsi a un modello videoludico nel quale il protagonista, interpretato da Michael Fassbender, riparte da capo in ogni sua missione nel passato, la sceneggiatura è più che prevedibile e frettolosa nel suo dispiegarsi, anche quando deve sviluppare i concetti potenzialmente più interessanti, come l’idea di ripercorrere la vita e i ricordi di qualcun altro. Ma oltre a scialbi tentativi di raccontare qualcos’altro, Kurzel si abbandona, con una regia eccessivamente virtuosistica, ad un film che si accontenta di rielaborare i soliti temi legati alla lotta per i propri ideali e all’importanza di scoprire il proprio passato.

Voto dell’autore:2.3 / 5

The following two tabs change content below.

Ultimi post di Riccardo Tanco (vedi tutti)

Loading...