Attack the block - Invasione aliena - Recensione


Voto staff filmedvd

Film considerato da vedere
sulla base di 2 voto/i
3.70/5

Attack the Block - Invasione aliena

RANKING
1001° su 2562 in Generale
45° su 133 in Fantascienza
20111 h 28 min
Trama

Durante uno scippo perpetrato ai danni di una giovane infermiera da parte di un gruppo di giovanissimi teppisti in un sobborgo degradato di Londra, una sorta di meteorite piomba improvviso dal cielo distruggendo un’auto. Il gruppo di squatter si dà alla caccia dell’ospite sgradito che ne viene fuori, eliminandolo con facilità: si tratta di un viscido mini-alieno quasi inoffensivo. Ma quello che i giovani non sanno è che la creatura è solo un cucciolo: i grandi stanno arrivando e sono molto arrabbiati…

Metadata
Regista Joe Cornish
Titolo originale Attack the Block
Data di uscita 30 Maggio 2012
Nazione Gran BretagnaFrancia
Durata 1 h 28 min
Attori
Cast: Nick Frost, Jodie Whittaker, John Boyega, Luke Treadaway, Joey Ansah, Flaminia Cinque, Chris Wilson, Terry Notary, Paige Meade, Adam Leese, Danielle Vitalis, Selom Awadzi, Adam Buxton, Jumayn Hunter
Trailer
Attack the block - Invasione aliena

Nonostante la banalizzante sottotitolazione italiana, “Attack the block – Invasione aliena” non è, per fortuna, l’ennesimo invasion-movie alla “World invasion” o “Skyline”, che si accontenta di vivere di rendita nel filone post “La guerra dei mondi”. Selezionato nella sezione Festa Mobile del 29° Torino Film Festival, il film di Joe Cornish è il riuscito prodotto di un azzardo: prendere un plot di tradizionale attacco extraterrestre e collocarlo in un contesto altrettanto alieno, quello delle gang di ragazzini nei bassifondi londinesi.

Gli invasori, delle cui origini e motivazioni poco o nulla importa nell’economia narrativa, sono disegnati in computer graphic con un nero così intenso da confonderli con la notte del film e renderne visibili solo i denti verdi fosforescenti; una bella trovata per la quale il regista ha dichiarato di dover ringraziare il suo gatto nero. L’attacco, come da titolo, non è rivolto all’intero pianeta Terra ma coinvolge solo il “Block”, un quartiere degradato della periferia londinese che sembra tagliato fuori dal resto del mondo. La baby-gang di protagonisti sarà così in grado di riscattarsi: da scippatori e reietti sociali a nuovi eroi e difensori del quartiere nella lotta contro il male. Il regista Joe Cornish, sceneggiatore del Tintin spielbergiano, con la produzione esecutiva dell’Edgar Wright de “L’alba dei morti dementi” – al quale probabilmente dobbiamo anche la presenza nel cast di un Nick Frost come al solito spassoso – confezionano un divertissement intelligente ed avvincente, che strizza l’occhio alla poetica “da strada” di Walter Hill e John Carpenter e non manca di citare i recenti “riots” londinesi, lanciando qua e là frecciate alla retorica terzomondista di un certo ambiente borghese.

Il regista ha definito il suo film con ironia “Super 8 mile”, per il suo mix di generi. Ma “Attack the block” è qualcosa di più: facendo tesoro del basso budget – ma proficuamente capitalizzato fino all’ultimo centesimo – il film avvince e diverte con tutti gli stilemi dei generi di appartenenza – il gang-movie, la commedia e l’horror – inseriti in un contesto reale e quotidiano. Visto il successo recente di opere come “Chronicle” per il cinema e “Misfits” per la televisione, forse questa è la giusta strada con cui la fantascienza può rinnovarsi.

Voto dell’autore:3.8 / 5

The following two tabs change content below.
Loading...