Avengers - Infinity War - Recensione


Voto staff filmedvd

Film considerato passabile
sulla base di 3 voto/i
3.33/5

Avengers - Infinity War

RANKING
1656° su 2477 in Generale
70° su 119 in Fantastico
20182 h 29 min
Trama

In seguito al conflitto fra Captain American e Iron Man, gli Avengers si sono divisi; ma saranno costretti a tornare insieme e ad unirsi ai Guardiani della galassia per poter sconfiggere il malvagio Thanos. Quest’ultimo, infatti, è alla ricerca delle sei Gemme dell’Infinito e minaccia l'esistenza dell'intero universo.

Metadata
Titolo originale Avengers: Infinity War
Data di uscita 26 aprile 2018
Nazione Stati Uniti
Durata 2 h 29 min
Trailer
Avengers - Infinity War

Il cinecomic più atteso degli ultimi anni è realtà: “Avengers – Infinity War” è il preludio alla chiusura della cosiddetta “fase 3” del Marvel Cinematic Universe, che vedrà il suo ultimo atto nella primavera del 2019 con il prossimo film dedicato agli Avengers. Nel frattempo “Avengers – Infinity War” apre lo step conclusivo di un progetto decennale: il passo finale degno dell’incredibile lavoro dei Marvel Studios, che in questi anni sono riusciti, sia a livello strategico-produttivo che a livello puramente cinematografico, nella difficile sfida di trasporre sul grande schermo uno dei più grandi universi fumettistici. Tra difficoltà, intuizioni, errori, cadute e risalite, la Marvel ha saputo creare un immaginario che per forza di cose differisce in certi aspetti da quello su carta, ma che assume una forma propria, un’identità definita. “Avengers – Infinity War” annovera uno dei cast più ricchi di star del cinema contemporaneo recente, e riuscire a creare un impianto drammaturgico che potesse risultare funzionale in relazione ad ogni personaggio era una delle imprese più complesse a cui hanno dovuto far fronte i fratelli Anthony e Joe Russo. Un progetto titanico, che trasuda creatività anche nelle dinamiche meno azzeccate.

Non tutto funziona alla perfezione in “Avengers – Infinity War”: alcuni personaggi, Black Panther in primis, vengono penalizzati dall’evolversi della narrazione. Ma si tratta di difetti che non intaccano più di tanto un contesto generale in grado di accrescere il valore epico del film e dell’intero Marvel Cinematic Universe. I legami, le contese, le divergenze e le alleanze fra i protagonisti sono intessuti quasi alla perfezione e contribuiscono a rendere spassose ed esilaranti alcune sequenze, su tutte le interazioni fra Thor e Star-Lord. L’approccio irriverente dei Guardiani della galassia alza ulteriormente il livello d’ironia beffarda del film, a tratti in maniera eccessiva ma non fuori luogo. In ogni caso il fulcro del film è costituito indubbiamente da un villain di sorprendente profondità psicologica: Thanos (Josh Brolin), impegnato nella ricerca delle sei Gemme dell’Infinito, è un cattivo carismatico, complesso e perfino contraddittorio, protagonista di un finale surreale, allo stesso tempo abbagliante e carico di tensione. Una delle (provvisorie) conclusioni più sconcertanti e spiazzanti di qualsiasi cine-comic: forse il vero salto di qualità della Marvel, nella fervida attesa del ritorno degli Avengers. La primavera 2019 è lontana, vi conviene vincere la paura e affrontare Thanos altre volte per esser pronti alla chiusura del sipario fra un anno. Nel frattempo, uno schiocco di dita e correte al cinema: “Infinity War” potrebbe essere solo l’inizio.

Voto dell’autore:4.0 / 5

The following two tabs change content below.

Ultimi post di Davide Sica (vedi tutti)

Loading...