Bright star - Recensione

Voto staff filmedvd

Film considerato da vedere
sulla base di 4 voto/i
3.68/5

Bright Star

RANKING
1053° su 2323 in Generale
110° su 227 in Sentimentale
20091 h 59 min
Trama

Londra: tra il poeta ventitreenne John Keats e la sua vicina di casa, l'esperta di moda Fanny Brawne, nasce una relazione segreta. Si tratta di una strana coppia, visto che inizialmente lui la ritiene una ragazza superficiale e lei rimane indifferente non solo alla sua poesia ma alla letteratura in generale; ma dopo che Fanny scopre che John accudisce il fratello malato e si offre di aiutarlo, Keats ne rimane colpito. Quando lei gli chiede di insegnarle qualcosa sulla poesia lui accetta, e le loro lezioni finiranno col farli innamorare appassionatamente...

Metadata
Regista Jane Campion
Titolo originale Bright Star
Data di uscita 11 giugno 2010
Durata 1 h 59 min
Attori
Cast: Abbie Cornish, Ben Whishaw, Paul Schneider, Kerry Fox, Edie Martin, Thomas Brodie-Sangster, Claudie Blakley, Gerard Monaco, Antonia Campbell-Hughes, Samuel Roukin, Amanda Hale, Lucinda Raikes, Samuel Barnett, Jonathan Aris, Olly Alexander, Roger Ashton-Griffiths, Eileen Davies, Sebastian Armesto, Adrian Schiller
Trailer

Dopo il trasgressivo e poco fortunato “In the cut”, la regista e sceneggiatrice neozelandese Jane Campion, premio Oscar per “Lezioni di piano”, torna a pescare nel passato con “Bright Star”, mettendo in scena gli ultimi anni di vita di uno dei maggiori poeti romantici inglesi, John Keats, morto a soli 25 anni nel 1821. Un periodo segnato da una intensa storia d’amore con Fanny Brawne, a cui Keats dedicò uno dei suoi più celebri sonetti, “Bright star, would I were steadfast as thou art”, da cui deriva il titolo del film.

“Bright Star” è una pellicola piena di poesia, con la narrazione che viene spesso accompagnata dai bellissimi versi del protagonista. È però anche un’opera di chiara matrice romantica, visto che tutte le odi presenti sono dedicate all’amore e la vicenda è incentrata soprattutto sull’innamoramento del poeta per la sua musa. Un mix letale per i cuori più sensibili ma che a ben vedere non fa palpitare come avrebbe dovuto; complice è una confezione certamente lodevole a livello di costumi, scenografie e fotografia (talune scene sembrano quadri impressionisti), ma che a tratti pare troppo rigorosa, venendo meno in termini di pathos. Alla fine i 120 minuti non hanno tutti il medesimo peso specifico, e ad alcune sequenze significative seguono momenti non così necessari ai fini narrativi.

Lasciano impressioni positive i due giovani interpreti, Ben Whishaw e Abbie Cornish, che formano una coppia capace di trasmettere bene il fardello di sentimenti e paure che giace sulle proprie spalle. Per concludere, “Bright Star” è una pellicola che fa respirare una benefica ondata di poesia, anche se questa rimane imbrigliata in una struttura non troppo vigorosa né trascinante.

Voto dell’autore:3.2 / 5

The following two tabs change content below.
Chi sono? Bella domanda sicuramente meglio della risposta che vi riporto di seguito. Sono un ragazzo di 32 anni di professione Ingegnere, appassionato soprattutto di cinema e che ha trovato nel collezionare i Dvd il più naturale sfogo alla sua passione. Nel tempo libero non c'è attività che superi il guardarmi un bel film sopra una comoda poltrona (forse solo una partita di calcetto).

Ultimi post di Manuel Celentano (vedi tutti)

Loading...