Brothers - Recensione


Voto staff filmedvd

Film considerato da vedere
sulla base di 1 voto/i
3.50/5

Brothers

RANKING
1376° su 2562 in Generale
505° su 732 in Drammatico
20091 h 50 min
Trama

Tommy Cahill si vede costretto a prendersi cura della moglie Grace e delle figlie del suo fratello maggiore Sam, scomparso durante una missione in Afghanistan. Nonostante i reciproci pregiudizi esistenti tra Tommy e Grace, piano piano i due scoprono di non essere così distanti; forse sta per nascere qualcosa tra di loro. A questo punto una clamorosa notizia spezza l'equilibrio che si stava orami creando: Sam, il fratello di Tommy, è ancora vivo...

Metadata
Regista Jim Sheridan
Titolo originale Brothers
Data di uscita 23 Dicembre 2009
Nazione U.S.A.
Durata 1 h 50 min
Attori
Cast: Tobey Maguire, Jake Gyllenhaal, Natalie Portman, Sam Shepard, Mare Winningham, Bailee Madison, Taylor Geare, Patrick John Flueger, Clifton Collins Jr, Carey Mulligan, Omid Abtahi, Navid Negahban, Ethan Suplee, Arron Shiver, Ray Prewitt, Jenny Wade, Jason E. Hill, James D. Dever, Luce Rains, Enayat Delawary, Rick La Monda, Kevin Wiggins, Yousuf Azami, Carrie Fleming
Trailer
Brothers

Ricompensato con due nomination ai Golden Globe (miglior canzone originale per “Winter” degli U2 e miglior attore per Tobey Maguire), “Brothers” è un dramma diretto dal veterano Jim Sheridan, il regista irlandese de “Il mio piede sinistro” e “Nel nome del padre”. Il film è il remake della pellicola danese “Non desiderare la donna d’altri” della talentuosa Susanne Bier, di cui ripropone la storia, ambientandola però nella provincia americana anziché nel Nord-Europa.

“Brothers” è una pellicola che vive soprattutto delle pulsioni e repulsioni fra i tre personaggi principali, i due fratelli Tommy (Jake Gyllenhaal) e Sam Cahill (Tobey Maguire), e la moglie di quest’ultimo, Grace (Natalie Portman). Un triangolo di rapporti che viene messo a dura prova da un destino insieme tragico e beffardo, il quale non può che mutare irrimediabilmente le relazioni fra i personaggi. Il protagonista negativo di tutta la vicenda è però la guerra, colpevole di trasformare i reduci in fantasmi pieni di paure e rimorsi (“Non si può addestrare un uomo ad uccidere” viene detto durante una sequenza del film). Sheridan dirige la storia senza eccessi di pathos, lasciando grande spazio ai tre interpreti, che lo contraccambiano con delle ottime performance.

Fra gli attori, Tobey Maguire è quello che alla fine emerge di più, soprattutto perché a lui tocca il ruolo più complesso: la trasformazione del suo Sam è resa benissimo e sorregge sul piano drammatico tutta la parte finale. “Brothers” è dunque un film di buon livello, anche se bisogna ammettere che a livello contenutistico risulta ben poco originale.

Voto dell’autore:3.5 / 5

The following two tabs change content below.
Chi sono? Bella domanda sicuramente meglio della risposta che vi riporto di seguito. Sono un ragazzo di 32 anni di professione Ingegnere, appassionato soprattutto di cinema e che ha trovato nel collezionare i Dvd il più naturale sfogo alla sua passione. Nel tempo libero non c'è attività che superi il guardarmi un bel film sopra una comoda poltrona (forse solo una partita di calcetto).

Ultimi post di Manuel Celentano (vedi tutti)

Loading...