Burlesque - Recensione


Voto staff filmedvd

Film considerato passabile
sulla base di 2 voto/i
3.25/5

Burlesque

RANKING
1805° su 2562 in Generale
1° su 0 in Musicale
20101 h 59 min
Trama

Ali Rose è una ragazzotta originaria dell'Iowa che sogna di intraprendere una carriera nello star-system di Los Angeles. E i suoi sogni sono destinati a realizzarsi il giorno in cui Ali entra per caso nel "Burlesque Lounge", un locale notturno gestito dall'inossidabile Tess…

Metadata
Regista Steve Antin
Titolo originale Burlesque
Data di uscita 11 Febbraio 2011
Nazione U.S.A.
Durata 1 h 59 min
Attori
Cast: Cher, Christina Aguilera, Eric Dane, Cam Gigandet, Julianne Hough, Alan Cumming, Peter Gallagher, Kristen Bell, Stanley Tucci, Dianna Agron, Glynn Turman, David Walton, Terrence Jenkins, Chelsea Traille, Tanee McCall, JaQuel Knight, Allison Kyler, Tyne Stecklein, Paula Van Oppen, Isabella Hofmann, James Brolin, Stephen Lee, Denise Faye, Baldeep Singh, Michael Landes, Wendy Benson-Landes, Tisha French, Katerina Mikailenko, Katelynn Tilley, Gwen Van Dam, Catherine Natale, Jonathon Trent, Blair Redford
Trailer
Burlesque

Trovarsi di fronte un’icona pop contemporanea, Christina Aguilera, e ad un monumento del passato, in perenne restauro, come Cher, potrà far storcere il naso ai puristi. Ma “Burlesque” di Steve Antin si colloca con tutta la sua dignità in un filone di cinematografia musical-leggera che riecheggia la buona riuscita che ebbe qualche anno fa “Le ragazze del Coyote Ugly” di David McNally. Ingredienti giusti ce ne sono a sufficienza per non scontentare in fondo nessuno, e lasciandosi dietro spocchia e soprabiti culturali da “critique d’avantguarde” si passano due ore piacevoli, in salsa glitter.

Christina, nei panni di una simpatica Alice capitata nel paese delle meraviglie notturne di Los Angeles, gioca tanto a fare la Marylin del XXI secolo, e sembra riuscirci a pieno col beneplacito di un corpo e una voce entrambi da urlo. Specialmente con accanto una simpatica Cher, che tiene botta con dignità all’impalcatura che la regge ab urbe condita: deliziosa la sua Tess, materna panterona che fa da nave-scuola al suo circo glamour di chansonnières ammiccanti. E deliziosamente ironici anche tutti i contorni più o meno maschili, in primis uno svampito Stanley Tucci, lontano anni luce dal cattivissimo Lui di “Amabili resti”. Piace l’atmosfera da musical moderno, in cui le canzoni, tutte ben appoggiate sulla narrazione, stanno benissimo addosso alla splendida voce black dell’Aguilera e sono impreziosite dallo straordinario lavoro coreografico di Denise Faye a Joey Pizzi, forse i veri mattatori della crew tecnica.

Nessuna ambizione stilistica, se non quella di offrire un ulteriore punto di vista, ben realizzato, alla quanto mai esaustiva filmografia del genere talent-movie, che ormai corre di pari passo con la generazione alla ricerca dell’X-Factor. Ma quantomeno “Burlesque” è un prodotto di qualità, ironico e sentimentale quanto basta per non cadere nello stucchevole, avvolto in una nube di paillettes che si agitano, seducenti, sullo sfondo di palazzi e tacchi da vertigini parallele. Ottima linfa sonora la soundtrack, che condisce la storia senza mai dar luogo alla sensazione scomoda di un ingombro musicale. Da vedere, perché non sarà definitivo e socialmente utile come “Hair”, ma è pur sempre un gustoso aperitivo, ironico e… burlesque.

Voto dell’autore:3.3 / 5

The following two tabs change content below.

Ultimi post di Massimiliano Morelli (vedi tutti)

Loading...