Codice criminale - Recensione

Voto staff filmedvd

Film considerato passabile
sulla base di 1 voto/i
2.70/5

Codice criminale

RANKING
2065° su 2323 in Generale
114° su 136 in Thriller
20171 h 39 min
Trama

Chad Cutler è il figlio del noto criminale Colby e vive assieme alla moglie Kelly e ai due figli in un accampamento di roulotte nella campagna del Glouchestershire, in Inghilterra. Diviso tra la sua esistenza da criminale voluta dal padre e la necessità di poter vivere un futuro migliore con la famiglia, Chad dovrà scegliere da che parte stare mentre la polizia è sulle tracce dei Cutler.

Metadata
Regista Adam Smith
Titolo originale Trespass Against Us
Data di uscita 28 giugno 2017
Durata 1 h 39 min
Trailer

Presentato in anteprima mondiale al Toronto Film Festival nel 2016 e uscito nelle sale britanniche nel marzo del 2017, “Codice criminale” (in originale “Trespass against us”) è un film diretto dal regista televisivo Adam Smith, che ha diretto alcuni episodi di serie come “Doctor Who” e “Skins” e qui è al suo esordio dietro la macchina da presa in un lungometraggio. Nel cast, il protagonista Michael Fassbender è affiancato dall’attore Brendan Gleeson, alla loro seconda collaborazione dopo aver già condiviso lo schermo in “Assassin’s Creed”. Adam Smith realizza un action-crime ambientato in una comunità criminale che vive nella campagna inglese, e a capo della quale ci sono il criminale Colby Cutler (Brendan Gleeson) e il figlio Chad (Michael Fassbender). Senza grandi ambizioni o pretese, “Codice criminale” si pone fin dalle battute iniziali come un onesto thriller poliziesco metropolitano che cerca di seguire dal punto di vista stilistico e narrativo la strada dell’opera di genere. L’approccio di Smith è quello di un discreto mestierante alle prese con un film che, purtroppo, dimostra quasi subito di avere poche carte da giocarsi per crearsi una propria identità narrativa.

“Codice criminale” non riesce infatti a creare sequenze degne di nota ma mantiene uno stile blandamente anonimo, eccetto per una riuscita sequenza d’inseguimento notturna tra la polizia e il Chad Cutler di Fassbender. Si cerca di alzare il tiro con un’introspezione psicologica un po’ grossolana, con un ritmo compassato provocato dalla mancanza di tensione e “pathos”, mentre i toni annacquati e confusi non contribuiscono ad aggiungere senso drammatico rispetto ai canoni di un action che ambisce a sfumature da noir. Demerito forse di una scrittura eccessivamente schematica e priva di verve rispetto a ciò che vorrebbe raccontare, e di una generale carenza di forza narrativa nel seguire gli stilemi di genere. Se il duo protagonista procede un po’ a rilento, con Gleeson stancamente mellifluo e un Fassbender abbastanza svogliato, “Codice criminale” potrebbe imbastire in compenso un discorso interessante sulla difficoltà di uscire dal proprio retaggio ambiguo, ma si sofferma su una linea di sceneggiatura ben più banale quale il contrasto, nei legami familiari e nei rapporti personali, tra la volontà di costruirsi un’altra vita contro l’impossibilità di liberarsi del proprio passato criminale.

Voto dell’autore:2.7 / 5

Loading...