Downsizing - Vivere alla grande - Recensione


Voto staff filmedvd

Film considerato passabile
sulla base di 3 voto/i
2.83/5

Downsizing - Vivere alla grande

RANKING
2141° su 2514 in Generale
104° su 132 in Fantascienza
20172 h 15 min
Trama

In un prossimo futuro il dottor Jorgen Asbjornsen riesce a mettere in pratica un esperimento scientifico sensazionale, che potrebbe portare enormi benefici rispetto all'impatto ambientale della sovrappopolazione nel pianeta: la possibilità di ridurre a piccolissime dimensioni qualunque tipo di materia fisica, esseri umani inclusi. Dopo la nascita della prima colonia di miniaturizzati in Norvegia, la pratica del “downsizing” diviene di uso comune soprattutto per i minori costi di vita rispetto alla normale esistenza. Paul Safranek e la moglie Audrey decidono dunque di farsi miniaturizzare e andare a vivere in una rinomata colonia per ovviare alle loro difficoltà economiche; ma Paul si ritroverà da solo a fronteggiare avventure e imprevisti nella sua nuova condizione.

Metadata
Regista Alexander Payne
Titolo originale Downsizing
Data di uscita 25 gennaio 2018
Nazione Stati Uniti
Durata 2 h 15 min
Attori
Cast: Matt Damon, Christoph Waltz, Hong Chau, Kristen Wiig, Rolf Lassgård, Udo Kier, Ingjerd Egeberg, Jason Sudeikis, Søren Pilmark, Maribeth Monroe, Neil Patrick Harris, Laura Dern, Margo Martindale, James Van Der Beek, Niecy Nash, Donna Lynne Champlin, Don Lake, Brigette Lundy-Paine, Joaquim de Almeida, Kerri Kenney-Silver, Patrick Gallagher, Pepe Serna, Kathryn Aboya, Jayne Houdyshell, Phil Reeves, Alison J. Palmer, Tim Driscoll, Kristen Thomson, Kevin Kunkel, Patrick Gallagher, Linda M. Anderson, John Reynolds, Carmen Orellana, David Noonen, Bob Bezousek, Ana Marie Cox, Roland Martin, Milo Goodman, Dave Sokolowski, Michael Heathcote, Martha Girvin, Brendan Beiser, Alison Brooks, Paul Constable, Mary Kay Place, Sherry Mandujano, Larry Mannell, Kerry-Lee Finkle, Natasha Bromfield, Raffaele Brereton, Damiãn Garth Brown, Jermaine Otis Granville, Jeffrey Sinclair
Trailer
Downsizing - Vivere alla grande

Presentato in anteprima mondiale alla 74° Mostra del Cinema di Venezia, dove è stato scelto come film d’apertura, “Downsizing – Vivere alla grande” è il nuovo film scritto, assieme al collaboratore fisso Jim Taylor, e diretto dal regista Alexander Payne, che torna dietro la macchina da presa a quattro anni di distanza dal dramedy “Nebraska”. Nel cast il protagonista Matt Damon è affiancato da Kristen Wiig, dall’attore premio Oscar Christoph Waltz e dall’attrice Hong Chau, che per questo film ha ricevuto una candidatura al Golden Globe come miglior attrice non protagonista. Per il settimo titolo della propria carriera, il regista di “A proposito di Schmidt” e “Sideways – In viaggio con Jack” realizza una commedia fantascientifica dalla solita ironia malinconica, ambientata in un possibile futuro prossimo in cui viene offerta alle persone la possibilità di vivere da “miniaturizzati”. Se il canovaccio sembrerebbe interessante, sopratutto in un immaginario sci/fi non nuovo ma comunque riuscito nella sua visione asettica e meccanica della tecnologia, “Downsizing” sembra però non avere mai completamente chiaro il proprio focus in merito alla narrazione e alle atmosfere, finendo durante la visione per stranire più che sorprendere.

Il tentativo di elaborare una metafora attraverso il genere della commedia fantascientifica appare piuttosto evidente, con una satira a sfondo sociale in cui il microcosmo della colonia di esseri umani ridotti a piccolissime dimensioni rappresenta una versione contraddittoria della vera società attraverso i pregi e i difetti di ognuno; tuttavia la sceneggiatura non riesce a dare la giusta identità ad un’opera confusa sia riguardo al genere di riferimento, sia sui toni da utilizzare. Da una possibile commedia nera sulle bassezze umane, nonostante l’utopia di un mondo migliore, si passa senza troppo peso e con scarso coinvolgimento a svolte più concilianti e benevole, che rimarcano l’importanza di aiutare gli altri o il bisogno di dare un senso alla propria vita. Oltre a varie sottotrame poco necessarie e a varie lungaggini che appesantiscono il film, con il trascorrere dei minuti “Downsizing” arriva addirittura a rinnegare presupposti più interessanti, come il desiderio egoistico di sfuggire ai propri problemi scappando dalla realtà, a favore di un racconto ben più innocuo, che non rinuncia nella sua parte finale a lanciare un messaggio ambientalista.

Voto dell’autore:2.5 / 5

The following two tabs change content below.

Ultimi post di Riccardo Tanco (vedi tutti)

Loading...