Eden - Recensione


Voto staff filmedvd

Film considerato da vedere
sulla base di 1 voto/i
3.50/5

Eden

RANKING
1376° su 2562 in Generale
505° su 732 in Drammatico
20142 h 11 min
Trama

Parigi, 1992. Paul, un ragazzo di quasi vent’anni con una grande passione per la musica garage, si introduce nella comunità musicale delle discoteche e delle piccole stazioni radiofoniche, coltivando il sogno di diventare un dee-jay professionista. In quel periodo Paul ha una relazione con Julia, una ragazza americana in Francia per motivi di studio ma che si prepara a tornare negli Stati Uniti.

Metadata
Titolo originale Eden
Data di uscita 13 Agosto 2015
Nazione Francia
Durata 2 h 11 min
Trailer

No trailer added for this movie.

Eden

Nell’arco di pochi anni la regista e sceneggiatrice parigina Mia Hansen-Løve, moglie di Olivier Assayas, si è affermata come una delle voci più originali, acute ed interessanti del cinema europeo contemporaneo, dimostrando una crescente maturità artistica culminata, nel 2011, con il pregevolissimo “Un amore di gioventù”. La Hansen-Løve, difatti, può essere inserita a pieno titolo tra gli alfieri di un naturalismo, stilistico e psicologico, che attualmente in Francia ha come capofila Abdellatif Kechiche; il tratto peculiare nella produzione della giovane regista, del resto, risiede proprio in uno sguardo capace di abbracciare la realtà senza pregiudizi, didascalismi o artifici retorici, ma con una spiazzante sincerità in grado di instaurare un profondo senso di empatia fra i personaggi dei suoi film ed il pubblico. Un approccio che Mia Hansen-Løve mantiene, ed anzi eleva al massimo grado, nel suo nuovo film, “Eden”.

Dopo i drammi familiari e le educazioni sentimentali di “Tout est pardonné”, “Il padre dei miei figli” e “Un amore di gioventù”, “Eden” segna tuttavia una parziale svolta nell’itinerario della Hansen-Løve, la quale si avvale della collaborazione del fratello Sven (co-autore insieme a lei della sceneggiatura) per un progetto assai più ambizioso: un affresco della scena musicale legata alla cosiddetta French house, un genere nato all’inizio degli Anni ’90 come evoluzione della euro-disco verso sonorità elettroniche e contaminazioni con il funk, che avrebbe conosciuto l’apice della popolarità a cavallo fra vecchio e nuovo millennio, anche grazie al successo mondiale dei Daft Punk (che hanno prestato alla soundtrack alcune delle loro canzoni). Con un intreccio che si dipana nell’arco di circa vent’anni, “Eden” prende dunque per mano lo spettatore per condurlo in quel sottobosco di discoteche e night-club, di piccole stazioni radiofoniche ed etichette discografiche indipendenti, con un’adesione totale al punto di vista di Paul, giovane dee-jay impersonato da Félix de Givry (attore già visto in “Qualcosa nell’aria” di Assayas).

Ancora di più che nelle sue precedenti pellicole, la Hansen-Løve trasforma la macchina da presa in uno strumento mimetico che si pone alla stessa altezza del personaggio principale, “disintegrando” la trama in una catena di micro-sequenze, caratterizzate spesso dalla ripetizione ciclica di situazioni narrative (flirt, amori, separazioni, serate in discoteca): una ripetizione che sembra seguire il medesimo loop musicale, quella progressione ritmica costante, ipnotica e quasi del tutto priva di variazioni, propria della French house. Una scelta che conferisce ad “Eden” un indiscutibile potere di fascinazione, ma che si rivela anche il principale limite di un film interessato soprattutto alla descrizione delle atmosfere e alle suggestioni da “cinéma vérité”. La pellicola della Hansen-Løve preferisce infatti documentare la vita di Paul, fra precarietà finanziarie, effimeri rapporti sentimentali e l’occasionale consumo di droghe, lungo un percorso privo di sostanziali cambiamenti, e anzi desaturando ogni possibile incrocio drammatico; con una coerenza ammirevole, questo è vero, ma al contempo con pochi picchi di reale emozione a dispetto delle oltre due ore di durata. All’attrice americana Greta Gerwig è affidato il ruolo di Julia, l’ex-fidanzata del protagonista.

Voto dell’autore:3.5 / 5

The following two tabs change content below.
Loading...