Facciamola finita - Recensione


Voto staff filmedvd

Film considerato da vedere
sulla base di 2 voto/i
3.65/5

Facciamola finita

RANKING
1187° su 2562 in Generale
6° su 36 in Demenziale
20131 h 47 min
Trama

Sei amici vip restano intrappolati in casa dopo una serie di strani e catastrofici avvenimenti che hanno devastato la città di Los Angeles. Mentre fuori si assiste così alla fine del mondo, nella casa le poche provviste rimaste e la smania di uscire rischiano di mettere in crisi l’amicizia tra i personaggi. Presto e comunque costrette ad abbandonare quel luogo sicuro, le sei celebrità dovranno affrontare il loro destino, fino a riscoprire il vero significato della parola amicizia.

Metadata
Titolo originale This Is the End
Data di uscita 18 Luglio 2013
Nazione U.S.A.
Durata 1 h 47 min
Trailer
Facciamola finita

James Franco, Jonah Hill, Seth Rogen, Jay Baruchel, Danny McBride e Craig Robinson, assieme al più giovane duo formato dalla stella del settore indipendente Michael Cera e dalla sempre più lanciata Emma Watson, interpretano se stessi in una nuova, divertentissima commedia stravagante. “Facciamola finita”, scritta, sceneggiata e prodotta dallo stesso attore protagonista Seth Rogen e dal suo amico e storico collega Evan Goldberg, con cui aveva già scritto e co-prodotto piccoli gioiellini mainstream quali “Molto incinta”, “Strafumati” e “Funny people”, nonché le pellicole indipendenti “SuXbad” e “50 e 50”, s’impone pertanto al grande pubblico come la consacrazione definitiva di questa generazione di star trentenni all’apparente sbaraglio. Il film, che vede altre importanti partecipazioni, tra cui quelle degli attori Jason Segel, David Krumholtz, Paul Rudd, Mindy Kaling, Martin Starr, Channing Tatum, Christopher Mintz-Plasse, Aziz Ansari e della cantante Rihanna, riunisce infatti definitivamente il meglio del cinema e della televisione statunitense ad impronta comica – basti pensare che, per esempio, Mindy Kaling e Aziz Ansari, pur non essendo particolarmente famosi in Italia, hanno addirittura uno show televisivo tutto loro in America, “The Mindy Project” e “Parks & recreation”, quest’ultimo premiatissimo negli USA.

Naturalmente, i sei attori che rimangono intrappolati nella casa di James Franco non interpretano se stessi in maniera autentica o completa: tutti quanti, bene o male, ci siamo fatti delle idee in merito alle personalità e agli stili di vita di queste o di altre icone cinematografiche, e ai protagonisti sembra far piacere giocare con tali credenze, tanto che i loro caratteri sullo schermo paiono spinti agli estremi più divertenti, con un’autoironia di fondo che regala a “Facciamola finita” un’aria piacevolmente priva di qualsiasi pretenziosità artistica. Specificato questo, tuttavia, non siamo nemmeno di fronte all’ennesima sceneggiatura-clone dai toni superficiali e disimpegnati, perché l’anima dell’intera messa in scena riesce, tra le altre cose, a schivare con leggerezza e abilità la pallottola più importante: il grosso del copione tralascia difatti l’apocalisse californiana che sta accadendo lì fuori, e si concentra, piuttosto intelligentemente, sui rapporti umani ed emozionanti, al contempo comici e teneri, che si manifestano fra le mura di casa Franco, aiutato da una cura pressoché maniacale dei dettagli scenografici dell’arredamento e, non meno importante, dalla meravigliosa prova attoriale di ciascun protagonista.

Certo, se non siete fan sfegatati di James Franco, Seth Rogen e Jonah Hill, o non avete la benché minima idea di chi siano in effetti Jay Baruchel, Danny McBride e Craig Robinson, probabilmente potrete godervi solo una minima parte dello spettacolo che questo gruppetto di giovanissimi vi sta gentilmente offrendo. Ma anche ammettendo che una simile riunione artistica risulterà difficilmente apprezzabile per chi non conosce o non ama il genere (che, sottolineiamolo, è un vero e proprio “trend” degli ultimi anni), bisogna aggiungere che “Facciamola finita” concede qualche perla di pura comicità persino ai più indifferenti, e che a distanza di qualche anno risulta impossibile non pensare che torneremo a citarla a mo’ di riferimento cult del film che ebbe il merito di riunire un’intera generazione – la generazione, per giunta, che se vogliamo la farà da padrona nel prossimo futuro: mica niente. Piccola curiosità: la casa di James Franco è davvero la sua: un’enorme villa in cui l’attore, da sempre appassionato d’arte, appende sul serio i quadri del suo amico “pittore” Seth Rogen.

Voto dell’autore:3.8 / 5

The following two tabs change content below.

Ultimi post di Eva Barros Campelli (vedi tutti)

Loading...