Félix & Meira - Recensione


Voto staff filmedvd

Film considerato da vedere
sulla base di 1 voto/i
4.00/5

Felix & Meira

RANKING
327° su 2562 in Generale
29° su 241 in Sentimentale
20141 h 45 min
Trama

Meira vive in una comunità chassidica di Montreal insieme al marito e alla sua bambina. La ragazza è oppressa dal marito ed è costretta dalla comunità a seguire regole soffocanti. Félix ha appena perso il padre, con il quale non ha mai avuto un buon rapporto, ed è un uomo solitario. Improvvisamente i due si incontrano.

Metadata
Regista Maxime Giroux
Titolo originale Félix et Meira
Data di uscita 25 Ottobre 2020
Nazione Canada
Durata 1 h 45 min
Trailer

No trailer added for this movie.

Félix & Meira

“Félix & Meira” è il nuovo film del giovane regista canadese Maxime Giroux, presentato in concorso al 32° Torino Film Festival. “Felix & Meira” racconta una storia molto essenziale, che a prima vista potrebbe ricordare una versione moderna di “Breve incontro” di David Lean; ma nella sua leggerezza, il film di Giroux riesce a toccare le corde più emozionali dello spettatore. Così, mentre assistiamo allo svilupparsi di questa tenera love story, ci rendiamo conto che Giroux ha realizzato un grande film partendo da uno degli intrecci più basilari possibili, ovvero l’incontro tra due persone che si scoprono bisognose l’una dell’altra. Perché a colpire maggiormente è la semplicità dello sguardo di Giroux, che si rivela allo stesso tempo intenso, privo di debolezze o indecisioni su come inquadrare i suoi due protagonisti. Nel costruire il rapporto tra Félix (Martin Dubreuil) e Meira (Hadas Yaron), la costante del film è una delicatezza che però non cade mai nella melensaggine, trovando quell’equilibrio che, una volta innestato nell’opera, non la abbandona per tutta la sua durata. Giroux mette in scena la parabola di due anime perse e sole, estranee al proprio mondo interiore: Meira è prigioniera in casa e vittima di usanze che non condivide, mentre Félix è un uomo che sta perdendo la propria identità e non sa come guardare se stesso.

Giroux li fa incontrare con un movimento il più lineare possibile, sia a livello narrativo che stilistico. Il primo passo è di Felix, che all’interno di un bar subisce l’imprinting del fascino di Meira, mentre il primo vero incontro è un frutto del destino e assomiglia al viaggio di una linea retta: Meira si dirige verso la macchina da presa e Félix, dalla parte opposta, le viene incontro regalandole un disegno. Successivamente, sarà Meira ad inseguire Félix nel suo appartamento. Maxime Giroux realizza un film composto da piccoli gesti e da grandi sentimenti, commovente eppure non retorico. Una storia d’amore che si prende il suo tempo e attraversa le fasi dell’amicizia e dell’affetto per raccontare un sogno di libertà: quello di poter stare insieme, anche lottando contro le difficili circostanze. “Felix & Meira” è un film raffinato che sa come inquadrare i suoi personaggi, sfiorandoli per poi svelarli nel loro lato più profondo. Forse l’intreccio è troppo schematico e non evita alcune banalità sui personaggi secondari, ma quella di Giroux rimane comunque un’opera bellissima che si muove in punta di piedi, e che nel finale unisce dolcemente senso di incertezza e speranza per il futuro.

Voto dell’autore:4.0 / 5

The following two tabs change content below.

Ultimi post di Riccardo Tanco (vedi tutti)

Loading...