Free State of Jones - Recensione

Voto staff filmedvd

Film considerato passabile
sulla base di 1 voto/i
2.50/5

Free State of Jones

RANKING
2001° su 2177 in Generale
26° su 28 in Storico
20162 h 20 min
Trama

1862, Guerra di Secessione Americana: dopo essere sopravvissuto a una battaglia e aver visto morire il nipote, il contadino Newton Knight diserta l'esercito confederato per tornare a casa nella contea di Jones, nel Mississippi, dove assieme ad altri agricoltori del posto si ribellerà per formare un proprio Stato, chiamato lo Stato libero di Jones, separato dagli Stati Confederati d'America e contrario alla segregazione razziale.

Metadata
Regista Gary Ross
Titolo originale Free State of Jones
Data di uscita 1 dicembre 2016
Durata 2 h 20 min
Attori
Cast: Matthew McConaughey, Gugu Mbatha-Raw, Mahershala Ali, Keri Russell, Jacob Lofland, Sean Bridgers, Brad Carter, Jane McNeill, Gary Grubbs, Christopher Berry, Joe Chrest, David Jensen, Kurt Krause, Carlton Caudle, Martin Bats Bradford, Matthew Lintz, Kerry Cahill, Jessica Collins, Juan Gaspard, Liza J. Bennett, David Maldonado, Serenity Neil, Lawrence Turner, Lara Grice, Wayne Pére, Jim Klock, Emily Bossak, P.J. Marshall, Ritchie Montgomery, Mattie Liptak, Jill Jane Clements, Thomas Francis Murphy, Johnny McPhail, Bill Tangradi, William Mark McCullough, Sam Malone, Kylen Davis, Will Beinbrink
Trailer

No trailer added for this movie.

Ispirato alla vera storia di Newton Knight, un contadino che iniziò una rivolta contro gli Stati Confederati sul finire della Guerra Civile Americana, e presentato nella sezione “Festa mobile” alla 34° edizione del Torino Film Festival, “Free State of Jones” è il quarto film da regista di Gary Ross, qui anche in veste di sceneggiatore, quattro anni dopo aver diretto il primo capitolo della saga di “Hunger Games”. Gary Ross realizza un dramma storico ambientato negli anni finali della Guerra Civile e caratterizzato da una messa in scena ambiziosa e pregevole, in direzione di una scrupolosa ed efficace ricostruzione storica, con un incipit di notevole forza girato tra le macerie di una battaglia. Se l’aspetto visivo è curata con rigore, “Free State of Jones” guarda ad un immaginario che di recente, nel cinema americano contemporaneo, ha visto più volte riaffrontare il periodo della Guerra di Secessione, con parecchie similitudini ad esempio rispetto a un’opera come “12 anni schiavo” di Steve McQueen, con cui “Free State of Jones” condivide più punti di contatto.

L’obiettivo alto del film di Gary Ross pare voler essere quello di raccontare, attraverso il dramma storico, la violenza fondativa alla base della storia degli Stati Uniti, offrendo una panoramica complessa sulle contraddizioni passate e contemporanee di un paese che ha ancora parecchie ferite aperte per quanto riguarda la propria storia. Ma “Free State of Jones” si limita a risultare un’opera illustrativa, che descrive con prevedibilità l’orrore della guerra, si perde in una sottotrama “futura” di troppo e racconta con scarsa lucidità l’ennesima vicenda di libertà e di rivolta, nonostante un bravo Matthew McConaughey nei panni del carismatico ribelle Newton Knight: un personaggio che gli è stato cucito addosso e che a volte rischia di “inghiottire” il film. Il messaggio e il discorso portati avanti da “Free State of Jones” è certamente nobile ed idealista, ma la pellicola rimane una scialba storia di pacifismo e un atto d’accusa contro ogni tipo di segregazione razziale, nonostante il ritratto delle vicende storiche cerchi di narrare quanto più possibile.

Voto dell’autore:2.5 / 5

The following two tabs change content below.

Ultimi post di Riccardo Tanco (vedi tutti)

Loading...