I fantastici viaggi di Gulliver - Recensione


Voto staff filmedvd

Film considerato passabile
sulla base di 2 voto/i
2.60/5

I fantastici viaggi di Gulliver

RANKING
2338° su 2562 in Generale
40° su 43 in Avventura
20101 h 25 min
Trama

Lemuel Gulliver è un addetto alla posta di un quotidiano di New York. Dopo che Gulliver ottiene con l'inganno l'incarico di scrivere un pezzo sul triangolo delle Bermuda, si reca sul posto, dove viene trasportato in una terra sconosciuta, Lilliput. In questo fantastico nuovo mondo Gulliver diventa finalmente una personalità importante, aumentando sia in dimensioni che in ego, soprattutto dopo che inizia a descrivere racconti mirabolanti, prendendosi il merito delle maggiori invenzioni del suo mondo e collocandosi al centro degli eventi storici più rilevanti.

Metadata
Regista Rob Letterman
Titolo originale Gulliver's Travels
Data di uscita 4 Febbraio 2011
Nazione U.S.A.
Durata 1 h 25 min
Attori
Cast: Emily Blunt, Jason Segel, Jack Black, Amanda Peet, Chris O'Dowd, Billy Connolly, Catherine Tate, James Corden, Emmanuel Quatra, Olly Alexander, Richard Laing, David Sterne, Stewart Scudamore, Jonathan Aris, Joe Lo Truglio, Dale Mercer
Trailer
I fantastici viaggi di Gulliver

“I viaggi di Gulliver” di Jonathan Swift è un romanzo che ha visto decine di trasposizioni nel corso degli anni, attraverso tutti i media possibili: radio, teatro, televisione e cinema. Mancava però una versione realizzata con gli attuali e potenti effetti speciali che desse vita a tutta la spettacolarità delle avventure fantastiche nate dalla mano dello scrittore inglese, ed ecco che subito Hollywood è andata a coprire questa lacuna con il film di Ron Letterman, prendendosi però, per rimanere al passo con i tempi, più di qualche licenza. La storia difatti è stata traslata ai nostri tempi e Gulliver, impersonato dal simpatico e rotondo Jack Black, è molto diverso da come lo immaginava Swift.

Cambiamenti comunque di cui non si avverte il peso, poiché l’attinenza al romanzo è l’ultimo dei problemi di una operazione non proprio riuscita. Se da una parte difatti si possono apprezzare diverse sequenze visivamente efficaci, sostenute da buoni effetti visivi e da una tracotante voglia di ibridare epoche, culture e “dimensioni” contrastanti, un gioco spesso cucito ad hoc su Jack Black, dall’altra abbiamo di fronte una sceneggiatura piuttosto approssimativa, che non riesce ad offrire un intrattenimento soddisfacente né per i più piccoli né per i più grandi. I primi non possono certo comprendere le molte citazioni presenti ed i personaggi non sembrano sufficientemente caricaturali e simpatici; i secondi invece avranno difficoltà a digerire alcuni sketch infantili e situazioni piuttosto improbabili anche in un racconto fantasy.

Le interpretazioni inoltre non sono trascinanti, e Black non riesce ad esprimere a pieno il suo talento comico (in America è riuscito a guadagnarsi la nomination alla Pernacchia d’Oro come peggior attore dell’anno). Nella versione italiana c’è poi anche da annotare qualche orribile scelta di doppiaggio, come nel caso del re e della regina di Lilliput, che hanno le voci di Patrizio Roversi e Syusy Blady. Insomma, tolta la fascinazione del gioco delle proporzioni, rimane ben poco di cui bearsi e nella lista non c’è neanche il 3d, abbastanza inutile per gli spettatori ma utile per gli esercenti.

Voto dell’autore:2.7 / 5

The following two tabs change content below.
Chi sono? Bella domanda sicuramente meglio della risposta che vi riporto di seguito. Sono un ragazzo di 32 anni di professione Ingegnere, appassionato soprattutto di cinema e che ha trovato nel collezionare i Dvd il più naturale sfogo alla sua passione. Nel tempo libero non c'è attività che superi il guardarmi un bel film sopra una comoda poltrona (forse solo una partita di calcetto).

Ultimi post di Manuel Celentano (vedi tutti)

Loading...