I segreti del lago - Recensione


Voto staff filmedvd

Film considerato da vedere
sulla base di 1 voto/i
3.80/5

I segreti del lago

RANKING
728° su 2562 in Generale
296° su 732 in Drammatico
20011 h 41 min
Trama

Margaret Hall vive con i suoi tre figli, Beau, Page e Dylan, e con il suocero Jack a Tahoe City, una cittadina costiera della California, mentre il marito Tom, un pilota, è spesso lontano da casa. La donna è molto preoccupata per la relazione che Beau intrattiene con Darby Reese, un uomo di trent’anni che gestisce un night-club, e cerca in ogni modo di allontanarli; ma la situazione prende una piega inaspettata...

Metadata
Titolo originale The Deep End
Data di uscita 16 Giugno 2019
Nazione U.S.A.
Durata 1 h 41 min
Attori
Cast: Tilda Swinton, Goran Višnji?, Jonathan Tucker, Josh Lucas, Peter Donat, Raymond J. Barry, Tamara Hope, Jordon Dorrance, Heather Mathieson, Holmes Osborne, Richard Gross, Kip Martin
Trailer

No trailer added for this movie.

I segreti del lago

Secondo lungometraggio scritto e diretto dalla coppia di registi Scott McGehee e David Siegel, “I segreti del lago” è liberamente ispirato ad un romanzo noir di Elizabeth Sanxay Holding, “Una barriera di vuoto”, che era già stato portato sul grande schermo nel 1949 con un film diretto da Max Ophüls, “Sgomento”, con James Mason e Joan Bennett. La pellicola di McGehee e Siegel è ambientata sulle rive del lago Tahoe, tra la California e il Nevada, e vede protagonista l’attrice scozzese Tilda Swinton nel ruolo di Margaret Hall, una madre di famiglia che, nel tentativo di proteggere il primogenito Beau (Jonathan Tucker), si ritrova coinvolta suo malgrado in un caso di omicidio destinato a sfociare in una catena di minacce di ricatti.

I due registi aprono il racconto “in medias res”, quando già sono stati innescati i meccanismi che provocheranno la tragedia imminente, e adottano quasi interamente il punto di vista di Margaret, donna fragile ma determinata, disposta a correre qualunque rischio pur di proteggere la propria famiglia. Ciò che interessa davvero agli autori, piuttosto che l’intreccio (nel complesso abbastanza lineare), sono gli stati d’animo dei personaggi, i loro sottintesi emotivi (specialmente nel rapporto fra Margaret e il figlio Beau) e le suggestioni determinate dall’atmosfera vagamente inquietante della provincia americana. L’acqua, elemento topico che nel cinema spesso evoca il mistero e il pericolo (si vedano ad esempio diversi film di Roman Polanski), diventa in questo caso lo specchio dei segreti dei protagonisti, oltre che lo scenario dei loro misfatti.

In bilanciato equilibrio fra il thriller psicologico e il giallo, “I segreti del lago” utilizza una trama a tinte noir per affrontare tematiche profonde e complesse, come i confini della morale, il sacrificio di se stessi, il potere distruttivo dell’Eros ed il binomio fra amore e morte. A farsi apprezzare sono in primo luogo la suggestiva fotografia di Giles Nuttgens, in cui dominano i toni del blu, e l’intensa interpretazione di Tilda Swinton, bravissima nell’esprimere le silenziose angosce della sua protagonista.

Voto dell’autore:3.8 / 5

The following two tabs change content below.
Loading...