Il dittatore dello stato libero di Bananas - Recensione


Voto staff filmedvd

Film considerato da vedere
sulla base di 4 voto/i
3.50/5

Il dittatore dello Stato libero di Bananas

RANKING
1376° su 2562 in Generale
7° su 36 in Demenziale
19711 h 22 min
Trama

Fielding Mellish, complessato collaudatore industriale dei più svariati macchinari, s'innamora di Nancy, una studentessa politicamente impegnata che però non ricambia il suo amore. Depresso, Fielding decide di fare una vacanza nel piccolo stato di Bananas, dove suo malgrado si troverà protagonista di una rivoluzione.

Metadata
Regista Woody Allen
Titolo originale Bananas
Data di uscita 31 Agosto 1971
Nazione U.S.A.
Durata 1 h 22 min
Attori
Cast: Woody Allen, Louise Lasser, Carlos Montalbán, Nati Abascal, Jacobo Morales, Miguel Ángel Suárez, René Enríquez, Charlotte Rae, Stanley Ackerman, Dorothi Fox, Eddie Barth, Conrad Bain, Baron De Beer, Sylvester Stallone, Howard Cosell, Tino García
Trailer

No trailer added for this movie.

Il dittatore dello stato libero di Bananas

Cosa succede se un nevrotico collaudatore di attrezzature prodotte da una grande azienda viene lasciato dalla propria fidanzata e decide di fare una vacanza in un turbolento paesino sudamericano? Secondo Woody Allen, non potrà far altro che finire impelagato nella lotta fra il locale dittatore e il solito gruppetto di rivoluzionari falliti, finendo addirittura per diventare il presidente dell’anonimo stato, come accade nel film “Il dittatore dello stato libero di Bananas”.

Sì, forse l’avrete capito, la storia è solo un pretesto per legare assieme alcuni sketch e il risultato, strizzando molto l’occhio alla slapstick comedy, non è malvagio. In effetti si sorride osservando il maldestro Fielding Mellish alle prese con le donne, con la rivoluzione, con il perbenismo americano e con i tragicomici ingranaggi della giustizia, ma quello che rimane è purtroppo un po’ poco. Alcune scenette sono riuscite, alcune battute strappano la risata, ma l’impianto generale fatica a reggersi in piedi, e se inizialmente poteva esserci anche solo una vaga critica alla politica estera americana e, parallelamente, ai movimenti rivoluzionari che s’incancreniscono ogni volta che giungono al potere, alla fine rimane appunto solo un sorriso. Non è poco, ma si poteva fare di più.

Bravo come al solito Woody Allen, mentre gli altri attori fungono solo da spalla, nel classico spirito della commedia, e anche la fidanzata di Allen / Mellish, interpretata da Louise Lasser (ex-moglie di Allen), non riesce a dare nulla di più che un abbozzato ritratto della classica studentessa politicamente impegnata ma un po’ superficiale.

Voto dell’autore:3 / 5

The following two tabs change content below.

Ultimi post di capataz (vedi tutti)

Loading...