Il filo nascosto - Recensione


Voto staff filmedvd

Film considerato da vedere
sulla base di 2 voto/i
4.15/5

Il filo nascosto

RANKING
203° su 2492 in Generale
82° su 706 in Drammatico
20172 h 10 min
Trama

Londra, 1950: Reynolds Woodcock è un celebre stilista che lavora presso la sua Maison londinese assieme alla sorella Cyril, confezionando sfarzosi abiti per le donne più altolocate della capitale inglese. La vita e la carriera dell'uomo vengono improvvisamente stravolte dall'incontro con la giovane cameriera Alma Elson, la quale diventerà la nuova musa e modella di Reynolds presso la casa di moda.

Metadata
Titolo originale Phantom Thread
Data di uscita 22 febbraio 2018
Nazione Stati Uniti
Durata 2 h 10 min
Attori
Cast: Daniel Day-Lewis, Lesley Manville, Vicky Krieps, Richard Graham, Camilla Rutherford, Jane Perry, Pip Phillips, Michael Gabbitas, Sarah Lamesch, Dave Simon, David Charles-Cully, Julia Davis, Brian Gleeson, Gina McKee, Harriet Sansom Harris, Silas Carson, Tim Ahern
Trailer
Il filo nascosto

Tre anni dopo il precedente “Vizio di forma”, adattamento dell’omonimo romanzo di Thomas Pynchon, il regista Paul Thomas Anderson torna dietro la macchina da presa con “Il filo nascosto” (“Phantom tread” il titolo originale), l’ottavo titolo della sua produzione: la pellicola, candidata a sei premi Oscar tra cui miglior film, vede nel cast l’attore premio Oscar Daniel Day-Lewis, alla seconda collaborazione con Anderson dopo “Il petroliere” e all’ultima interpretazione della propria carriera dopo l’annuncio del ritiro delle scene, l’attrice Lesley Manville e la lussemburghese Vicky Krieps. Con “Il filo nascosto”, Paul Thomas Anderson realizza un’affascinante dramma ambientato negli anni ’50, nel mondo della moda londinese, raccontando la vicenda dello stilista Reynolds Woodcock, la cui vita viene cambiata dall’incontro con una giovane cameriera di nome Alma, che diventerà la sua musa e amante, scardinando e mettendo in crisi le certezze nell’esistenza dell’uomo.

Opera dall’atmosfera estremamente suggestiva, “Il filo nascosto” si fregia di una messa in scena cristallina, che unisce la scenografie dalla curata elaborazione a un approccio più semplice e minimalista. Anderson sceglie infatti una regia essenziale e fluida, dall’estremo rigore stilistico, evitando inutili orpelli, con una macchina da presa più delicata, ma netta nei suoi movimenti e soprattutto diversa rispetto alle costruzioni più complesse tipiche del regista de “Il petroilere” e “The Master”. “Il filo nascosto” procede ad un ritmo cadenzato, su cui Paul Thomas Anderson cuce un film dall’andamento preciso e circolare, supportato dal tappeto sonoro dolcemente inquietante di Jonny Greenwood (alla quarta collaborazione con Anderson); un film in cui le scelte in direzione della semplicità narrativa e stilistica hanno la meglio sui virtuosismi. “Il filo nascosto” si propone dunque come un’opera incisiva nella sua essenzialità e nella pulizia della scrittura: un melodramma assolutamente fuori dal tempo, che dipana una trama incentrata sulla ricerca e sull’ossessione della bellezza.

Caratteristiche, queste ultime, insite nell’affascinante personaggio di Reynolds Woodcock, interpretato con eleganza da Daniel Day-Lewis. Ma oltre alla circolarità e alla ricerca della perfezione nel proprio lavoro e nelle proprie creazioni, temi ricorrenti nel cinema dell’autore americano, “Il filo nascosto” ci presenta anche un Anderson diverso, più leggiadro e compiuto, distante rispetto alle fumose architetture di racconto e di messa in scena di “Vizio di forma” o alle sfumature psicologiche di “The Master”. Un melò d’altri tempi sull’incapacità di comunicare con l’altro e sulla tentazione di chiudersi agli affetti, ma che sviluppa una storia sulla possibilità di aprirsi all’amore, anche se questo sentimento può rivelarsi difficoltoso e distruttivo, e sul bisogno di colmare la distanza tra sé e gli altri. Un nucleo narrativo esemplificato più che egregiamente dal personaggio romantico e tormentato ma salvifico di Alma, a cui dà corpo la notevole prova dell’attrice Vicky Krieps.

Voto dell’autore:4.0 / 5

The following two tabs change content below.

Ultimi post di Riccardo Tanco (vedi tutti)

Loading...