Il lato positivo - Recensione


Voto staff filmedvd

Film considerato da vedere
sulla base di 6 voto/i
3.82/5

Il lato positivo - Silver Linings Playbook

RANKING
724° su 2562 in Generale
75° su 241 in Sentimentale
20122 h 02 min
Trama

Dopo aver perso la moglie Nikki, la casa e il lavoro a causa dei propri disturbi psicologici, Pat Solitano torna vivere dai suoi genitori, Pat Sr e Dolores. Durante la sua libertà vigilata Pat incontra una ragazza particolare di nome Tiffany Maxwell, con la quale riuscirà, con non poche sorprese, a creare un rapporto speciale.

Metadata
Titolo originale Silver Linings Playbook
Data di uscita 7 Marzo 2013
Nazione U.S.A.
Durata 2 h 02 min
Attori
Cast: Bradley Cooper, Jennifer Lawrence, Robert De Niro, Jacki Weaver, Chris Tucker, Anupam Kher, John Ortiz, Shea Whigham, Julia Stiles, Dash Mihok, Bonnie Aarons, Brea Bee, Paul Herman, Matthew Russell, Cheryl Williams, Patrick McDade, Phillip Chorba, Mary Regency Boies, Anthony Lawton, Patsy Meck, Jeff Reim
Trailer
Il lato positivo

Tratto dal romanzo “L’orlo argenteo delle nuvole” di Matthew Quick e diretto da David O. Russell, “Il lato positivo” è una commedia romantica che cerca di ritagliarsi un proprio spazio al di fuori dei normali canoni americani: non tanto per quanto riguarda la struttura abbastanza classica della trama, quanto per la schiettezza che caratterizza le intriganti personalità dei protagonisti. Bradley Cooper e Jennifer Lawrence, divenuta famosa per il suo ruolo in “Hunger Games” e premiata con l’Oscar come miglior attrice, interpretano due personaggi problematici ed eccentrici, imprigionati nelle loro ossessioni e nel loro passato. Pat sente l’assoluta necessità di tornare con la sua ex moglie Nikki, ma il proprio disturbo bipolare non gli permette di vederla, di parlarle e di dimostrarle quanto sia cambiato durante la sua convalescenza. Tiffany, d’altro canto, ha un difficile passato alle spalle, un marito poliziotto morto troppo giovane ed una presunta ninfomania che le ha creato una fama poco dignitosa.

Dalla trama, che non possiede alcun elemento di evidente originalità, esplodono di contrasto attraverso i dialoghi, costruiti su battute dirette e provocatorie, i tormenti veraci dei personaggi, i quali ci vengono mostrati principalmente nei lati predominanti dei rispettivi caratteri, senza ulteriori sottili sfaccettature. L’aspetto psicologico è sempre al centro della narrazione, muove la trama e coordina gli scontri fra i personaggi, sfruttando il maggiore punto forza di questo film: una recitazione pulita ed intensa, quasi prepotente. È infatti indubbia l’espressività degli attori: non solo i due protagonisti, perennemente coinvolti in accese discussioni, ma anche dei genitori di Pat, interpretati rispettivamente da Jacki Weaver e da Robert De Niro, di puntuale ed indiscussa bravura. Al di là delle tematiche psicologiche, perennemente in primo piano, in regola con il filone introspettivo del cinema hollywoodiano, l’intenzione è quella di voler rappresentare la società americana nelle sue passioni, le sue esagerazioni e il suo carattere impulsivo, caratteristiche che spesso emergono anche dalla sua tradizione cinematografica.

Ma oltre al valore del cast, e per quanto le nomination all’Oscar possano apparire meritate dal punto di vista della recitazione, il finale del film manca del tutto di forza narrativa. Il ballo conclusivo fra Pat e Tiffany riprende quello ben più famoso di “Dirty dancing”, di gran lunga migliore, mentre la scena del bacio, che fa svanire tutti i tormenti della vicenda, è decisamente troppo scontata. Risulta inoltre poco chiaro come il personaggio di Pat possa innamorarsi di Tiffany senza prima aver superato concretamente la propria passione per la ex moglie. Ma a parte questi difetti, purtroppo non di poco conto, “Il lato positivo” rimane comunque una pellicola piacevole e coinvolgente, sicuramente superiore rispetto ai soliti lungometraggi prodotti da un’industria cinematografica che troppo spesso ricorre a soluzioni spicciole.

Voto dell’autore:3.7 / 5

The following two tabs change content below.

Ultimi post di Luisa Colombo (vedi tutti)

Loading...