Incontrerai l'uomo dei tuoi sogni - Recensione


Voto staff filmedvd

Film considerato passabile
sulla base di 6 voto/i
3.08/5

Incontrerai l'uomo dei tuoi sogni

RANKING
1975° su 2562 in Generale
320° su 453 in Commedia
20101 h 38 min
Trama

Passioni, ambizioni e ansie causano un crescendo di guai e follie nella vita di due coppie sposate: quella formata da Alfie e Helena e quella della figlia Sally e di suo marito Roy. Dopo essere stata lasciata da Alfie, che se n'è andato per inseguire la perduta giovinezza e una ragazza di nome Charmaine, Helena mette da parte la razionalità e si affida ciecamente ai bislacchi consigli di una cartomante ciarlatana. Dal canto suo Sally, intrappolata in un matrimonio infelice, si prende una cotta per l'affascinate proprietario della galleria d'arte - nonché suo capo - Greg, mentre suo marito Roy resta folgorato da Dia…

Metadata
Regista Woody Allen
Titolo originale You Will Meet a Tall Dark Stranger
Data di uscita 3 Dicembre 2010
Nazione U.S.A.Spagna
Durata 1 h 38 min
Trailer
Incontrerai l'uomo dei tuoi sogni

Dopo “Basta che funzioni”, girato nella sua amata New York, il grande regista Woody Allen ritorna in Europa e precisamente in quella Londra che ha fatto da sfondo ad uno dei suoi film più riusciti della recente produzione, ovvero “Match point”. Ma in realtà questo “Incontrerai l’uomo dei tuoi sogni” (che dovrebbe essere altro e bruno, a leggere il titolo originale “You will meet a tall dark stranger”), tranne l’ambientazione e certe sottolineature sul peso del destino nelle nostre vite, non ha molti punti in contatto con la pellicola sopracitata.

Fulcro del racconto, come spesso capita per Allen, sono i rapporti sentimentali, illusori nella loro ambizione di voler durare per sempre, assediati come sono dalla routine e dalla conseguente voglia di voltare pagina. Qui, a voler voltare pagina, sono quasi tutti i personaggi del film, che approntano cambiamenti coraggiosi ma non certo dai risultati garantiti. Pulsioni naturali difficili da biasimare, che il regista sceglie di mettere in scena senza calcare la mano, rimanendone distaccato, se non a tratti disinteressato. E qui sta il problema della pellicola: il suo piglio così leggero difatti non aiuta il racconto a decollare, e risulta incapace di coinvolgere e dall’apparenza spesso “frivola”.

Con un po’ di umorismo alla Allen il prodotto avrebbe potuto essere quantomeno divertente, ma il cineasta delude anche sotto questo punto di vista, regalandoci solo un paio di battute delle sue. Non si capisce perché talvolta Allen si appiattisca su copioni così poco coraggiosi, che rifrullano sempre i soliti concetti; speriamo che con la prossima opera ritorni a livelli più consoni. Il cast è comunque ricco e fa la sua figura, tranne la bella Freida Pinto che ha ancora parecchio da lavorare.

Voto dell’autore:2.8 / 5

The following two tabs change content below.
Chi sono? Bella domanda sicuramente meglio della risposta che vi riporto di seguito. Sono un ragazzo di 32 anni di professione Ingegnere, appassionato soprattutto di cinema e che ha trovato nel collezionare i Dvd il più naturale sfogo alla sua passione. Nel tempo libero non c'è attività che superi il guardarmi un bel film sopra una comoda poltrona (forse solo una partita di calcetto).

Ultimi post di Manuel Celentano (vedi tutti)

Loading...