La preda perfetta - A Walk Among the Tombstones - Recensione


Voto staff filmedvd

Film considerato da vedere
sulla base di 1 voto/i
3.50/5

La preda perfetta - A Walk Among the Tombstones

RANKING
1376° su 2562 in Generale
24° su 99 in Azione
20141 h 53 min
Trama

Matt Scudder, un ex investigatore del Dipartimento di Polizia di New York, ora lavora come investigatore privato senza licenza, operando al di fuori della legge. Un giorno accetta di aiutare un trafficante di eroina, Kenny Krysto, a dare la caccia agli uomini che hanno rapito e poi assassinato sua moglie; l’investigatore scoprirà che non si trratta della prima volta che questi uomini hanno commesso questo genere di delitto.

Metadata
Regista Scott Frank
Titolo originale A Walk Among the Tombstones
Data di uscita 18 Settembre 2014
Nazione Stati Uniti
Durata 1 h 53 min
Attori
Cast: Liam Neeson, Dan Stevens, David Harbour, Boyd Holbrook, Adam David Thompson, Razane Jammal, Astro, Ólafur Darri Ólafsson, Marina Squerciati, Sebastian Roché, Mark Consuelos, Whitney Able, Maurice Compte, Marielle Heller, Annika Peterson, Frank De Julio, Laura Birn, Toshiko Onizawa
Trailer
La preda perfetta - A Walk Among the Tombstones

Sceneggiato e diretto dal regista Scott Frank, al suo secondo lungometraggio dopo “Sguardo nel vuoto” (2007), “La preda perfetta” rappresenta il ritorno sul grande schermo di uno degli attori più amati degli ultimi decenni: Liam Neeson. Adattamento cinematografico del romanzo “Un’altra notte a Brooklyn” dello scrittore Lawrence Block, “La preda perfetta” è un thriller inusuale rispetto a quelli di produzione recente: un thriller in cui la componente action è intervallata da dialoghi e da bellissime scene di flashback. Si badi bene, il fatto che la dimensione action non sia il fulcro centrale dell’opera non vuol dire che il film debba per forza essere noioso, tutt’altro. “La preda perfetta” è un film realizzato in modo solido e concreto in tutte le sue componenti: dallo sviluppo della sceneggiatura fino all’impeccabile equilibrio tra montaggio e regia.

Una nota di merito va alla direzione della fotografia, che omaggia in più di un’occasione i polizieschi metropolitani made in USA degli anni ’70. Il protagonista Matt Scudder, interpretato da un ottimo Liam Neeson, ricorda molto da vicino il John Anderton (Tom Cruise) di “Minority report” di Steven Spielberg (sceneggiato dallo stesso Scott Frank) ed il Rick Deckard (Harrison Ford) di “Blade Runner” di Ridley Scott. Tutti e tre sono degli individui soli, dei reietti che agiscono all’ombra della società ed il cui habitat ideale consiste nel flebile spazio ai confini tra la legalità e l’illegalità. Neeson ci mette del suo, offrendo il ritratto di un personaggio con il quale lo spettatore non può non simpatizzare. Oltre all’efficacissimo Neeson, anche gli altri interpreti (tra tutti Dan Stevens) offrono un valido contributo, riuscendo a far immergere il pubblico in una storia violentissima, caratterizzata da sofferenza e tormenti interiori.

Se vogliamo trovare una nota di demerito, probabilmente sta nelle musiche di Carlos Rafael Rivera e nella prolissità di alcuni frangenti narrativi, a causa della scarsa incisività di alcune sottotrame relative ai personaggi secondari. “La preda perfetta” è comunque un film che dimostra come un buon thriller possa essere realizzato non solo attraverso un montaggio sincopato ed adrenalinico e che si fa apprezzare per le indubbie qualità di scrittura del poliedrico Scott Frank.

Voto dell’autore:3.5 / 5

The following two tabs change content below.
Loading...