Lo strano mondo di Daisy Clover - Recensione


Voto staff filmedvd

Film considerato da vedere
sulla base di 1 voto/i
3.70/5

Lo strano mondo di Daisy Clover

RANKING
1001° su 2562 in Generale
398° su 732 in Drammatico
19652 h 08 min
Trama

California, Anni ’30. Daisy Clover, una ragazza quindicenne con l’aspetto da “maschiaccio”, vive insieme alla madre in una sgangherata roulotte presso la spiaggia, ma sogna di diventare una star del cinema. Il cinico produttore Raymond Swan, dopo aver ascoltato un nastro da lei registrato, la convoca per un provino e, una volta appurate le sue doti canore, decide di trasformare Daisy in una star.

Metadata
Regista Robert Mulligan
Titolo originale Inside Daisy Clover
Data di uscita 19 Ottobre 2019
Nazione Stati Uniti
Durata 2 h 08 min
Attori
Cast: Natalie Wood, Christopher Plummer, Robert Redford, Roddy McDowall, Ruth Gordon, Katharine Bard, Peter Helm, Betty Harford, John Hale, Harold Gould, Ottola Nesmith, Edna Holland
Trailer

No trailer added for this movie.

Lo strano mondo di Daisy Clover

Basato sull’omonimo romanzo di Gavin Lambert, che firmò anche la sceneggiatura, e diretto da Robert Mulligan (“Il buio oltre la siepe”), “Lo strano mondo di Daisy Clover” costituisce un’ennesima variante su un tema molto frequentato dal cinema hollywoodiano, soprattutto negli Anni ’50 e ’60: la pressione esercitata dai crudeli meccanismi dello show-business sulle star in ascesa e il lato oscuro e distruttivo della celebrità. In tal senso, la pellicola di Mulligan recupera un soggetto analogo a quello del classico “È nata una stella”, accentuando le componenti di cinismo e disperazione della vicenda. Ad impersonare il personaggio del titolo è la diva Natalie Wood, che tornò a collaborare con Mulligan due anni dopo la sua apprezzatissima interpretazione in “Strano incontro”.

Nel film la Wood, che all’epoca aveva 27 anni, si assunse il non facile compito di calarsi nel ruolo di una quindicenne, un “tomboy” trasformato all’improvviso in una star del musical dalle leggi dello studio-system; per l’occasione l’attrice diede vita a una delle sue performance più intense, benché alle prese con un personaggio spesso esasperato e sopra le righe. Tagliato di circa 20 minuti rispetto alla durata originale, “Lo strano mondo di Daisy Clover” si rivelò un mezzo fiasco alla sua uscita nelle sale, probabilmente a causa dell’impietosa durezza nella descrizione dell’ambiente hollywoodiano e degli aspetti “sgradevoli” della storia (inclusa la minore età della protagonista): i medesimi aspetti che avrebbero portato a una tardiva rivalutazione della pellicola, che oggi appare comunque un po’ datata a causa del suo schematismo di fondo, evidente in particolare nella figura dello spietato Pigmalione Raymond Swan (Christopher Plummer).

Altro elemento di peculiare interesse, nell’opera di Mulligan, risiede nella presenza del tema dell’omosessualità, considerata in precedenza un tabù dal Codice Hays e qui inserita attraverso il personaggio di Wade Lewis, il fascinoso attore interpretato da un giovane Robert Redford, appena al suo secondo film ed al suo primo ruolo di rilievo. La veterana Ruth Gordon presta il volto alla bizzarra madre di Daisy. Per le scene di canto la Wood fu doppiata da Jackie Ward, ma utilizzò la propria voce soltanto per la prima esibizione del suo personaggio, con il brano “You’re gonna hear from me” (tema musicale dell’intera colonna sonora).

Voto dell’autore:3.7 / 5

The following two tabs change content below.
Loading...