London Boulevard - Recensione


Voto staff filmedvd

Film considerato passabile
sulla base di 3 voto/i
2.93/5

London Boulevard

RANKING
2122° su 2562 in Generale
23° su 23 in Noir
20101 h 43 min
Trama

Dopo tre anni passati dietro alle sbarre, Mitchel esce dalla prigione di Pentonville pieno di buone intenzioni. Quando, subito dopo il suo rilascio, incontra il suo vecchio amico Billy, un gangster di basso livello in cerca di qualcuno che lo aiuti in un lavoro, Mitchel decide di unirsi a lui in cambio di un posto dove vivere. Mentre è ancora impegnato a fare i conti col suo passato, Mitchel conosce Charlotte, una star del cinema che si nasconde da orde di giornalisti e fotografi in un palazzo a Holland Park…

Metadata
Regista William Monahan
Titolo originale London Boulevard
Data di uscita 10 Giugno 2011
Nazione Gran BretagnaU.S.A.
Durata 1 h 43 min
Attori
Cast: Keira Knightley, Colin Farrell, Anna Friel, Ray Winstone, Jamie Campbell Bower, David Thewlis, Ophelia Lovibond, Eddie Marsan, Ben Chaplin, Matt King, Donald Sumpter, Velibor Topic, Lee Boardman, Andrew Havill, Stephen Graham, Jonny Coyne, Alan Williams, Nick Bartlett
Trailer
London Boulevard

Lo sceneggiatore premio Oscar William Monahan si dà alla regia e lo fa cimentandosi nel genere che lo ha portato all’ambita statuetta per “The departed” di Martin Scorsese, ovvero il gangster-movie. Ecco dunque “London Boulevard”, produzione inglese il cui soggetto è tratto da un romanzo di Ken Bruen, specialista in crime-story, e che vede protagonisti due star come Colin Farrell e Keira Knightley. Il film, va detto, non ha avuto molto successo, passando in molti mercati abbastanza inosservato.

In effetti lo spettacolo offerto da Monahan non è dei più avvincenti e il tutto non va oltre la mediocrità. Troppe sono le sotto-trame che il regista / sceneggiatore vuole sviluppare ed intrecciare ma, non avendo il talento di un Guy Ritchie (quando si parla del microcosmo criminale inglese è inevitabile pensare a lui), non riesce a ricavarne qualcosa che risulti appassionante dall’inizio alla fine. Tolta difatti l’ultima parte, la più movimentata ed interessante con il suo epilogo d’impatto, la vicenda presenta diversi elementi che sanno di già visto (il criminale che non riesce ad abbandonare il proprio mondo è cosa abbastanza trita), e molti altri sono trattate in maniera alquanto superficiale.

Poche inoltre le invenzioni registiche, mentre l’ambientazione, grazie alla buona fotografia e a una curata scelta delle location, è abbastanza funzionale. Positive anche la colonna sonora, firmata dall’italiano Sergio Pizzorno, e l’interpretazione di Farrell, che ha dimostrato già altre volte di essere tagliato per queste parti. Fiacca la Knightley, ben oltre la misura che gli era richiesta per il suo personaggio. Con qualche azzardo in più avrebbe potuto uscirne fuori un buon prodotto, ma forse per Monahan regia e sceneggiatura insieme sono un impegno troppo gravoso.

Voto dell’autore:2.8 / 5

The following two tabs change content below.
Chi sono? Bella domanda sicuramente meglio della risposta che vi riporto di seguito. Sono un ragazzo di 32 anni di professione Ingegnere, appassionato soprattutto di cinema e che ha trovato nel collezionare i Dvd il più naturale sfogo alla sua passione. Nel tempo libero non c'è attività che superi il guardarmi un bel film sopra una comoda poltrona (forse solo una partita di calcetto).

Ultimi post di Manuel Celentano (vedi tutti)

Loading...