L'ora più buia - Recensione


Voto staff filmedvd

Film considerato da vedere
sulla base di 3 voto/i
3.97/5

L'ora più buia

RANKING
452° su 2404 in Generale
11° su 34 in Storico
20171 h 54 min
Trama

Pochi giorni dopo la sua elezione a Primo Ministro della Gran Bretagna, Winston Churchill deve affrontare una delle sfide più turbolente e determinanti della sua carriera: la scelta fra l’armistizio con la Germania nazista oppure resistere per poter combattere per gli ideali, la libertà e l’autonomia di una nazione. Mentre le inarrestabili forze naziste si propagano per l’Europa occidentale e la minaccia di un’invasione si rivela imminente, con un pubblico impreparato, un re scettico ed il suo stesso partito che trama contro di lui, Churchill deve far fronte alla sua ora più buia, unire una nazione e tentare di cambiare il corso della storia mondiale.

Metadata
Regista Joe Wright
Titolo originale Darkest Hour
Data di uscita 18 gennaio 2018
Nazione Gran Bretagna
Durata 1 h 54 min
Attori
Cast: Gary Oldman, Ben Mendelsohn, Kristin Scott Thomas, Lily James, Stephen Dillane, Richard Lumsden, Samuel West, Jordan Waller, Ronald Pickup, Charley Palmer Rothwell, Hannah Steele, Nicholas Jones, Philip Martin Brown, Brian Pettifer, Hilton McRae, David Strathairn, Jeremy Child, Mary Antony, Tim Ingall, Tom Ashley
Trailer
L'ora più buia

Il regista Joe Wright firma con “L’ora più buia” una delle sue opere migliori, dopo il clamoroso passo falso di “Pan “e le personali riletture di alcuni grandi classici della letteratura, come “Anna Karenina” di Lev Tolstoj e “Orgoglio e pregiudizio” di Jane Austen, con in mezzo il più convincente “Espiazione”, liberamente ispirato al romanzo di Ian McEwan. Questa volta il cineasta britannico affronta la figura di uno dei più controversi personaggi politici del ventesimo secolo, Winston Churchill, nominato Primo Ministro del Regno Unito nel maggio del 1940 e subito al centro di una profonda crisi del continente europeo, legata soprattutto alla spietata avanzata di Adolf Hitler e della Germania nazista, nonché coinvolto nelle battaglie, strategiche e politiche, interne al governo inglese. Burbero e tenace, Churchill affronta con caparbietà, convinzione e pugno di ferro una situazione di estrema difficoltà e sfiducia nei suoi confronti: una sfiducia contrapposta alla testardaggine con la quale il Primo Ministro si oppone alle pressioni che lo vorrebbero condurre ad un accordo con l’asse Germania-Italia. Churchill è invece assolutamente convinto di dover affrontare il Fuhrer con tutte le forze possibili e di arrendersi eventualmente solo al termine di una guerra feroce.

“L’ora più buia” mostra le contraddizioni e le difficoltà di un personaggio complesso, profondamente bisognoso di mantenere una forte vicinanza al popolo inglese ma al contempo di non perdere la sua concretezza di uomo politico sagace e determinato. La cura formale di Wright in alcuni frangenti rende il film un’opera che si lascia andare a qualche eccesso di maniera, ma sulla distanza è capace di regalare alcune sequenze di toccante magnetismo, grazie anche al talento immenso di un Gary Oldman monumentale, impegnato in un ruolo complicatissimo ma al quale aderisce perfettamente. “L’ora più buia” riesce a trasmettere allo spettatore uno sguardo efficace e ben rappresentativo su una figura iconica e carismatica, perno fondamentale all’interno delle dinamiche della Seconda Guerra Mondiale, ma dipinto nella sua umanità: con i suoi pregi, le sue virtù, i suoi limiti e i suoi difetti. Joe Wright è abile nel mantenere saldamente le redini del film e lavora benissimo sull’importanza della dialettica, di cui Churchill a più riprese si è dimostrato un maestro. Nel cast sono da segnalare le due comprimarie femminili, con la bravissima Lily James al fianco di un’impeccabile interprete come Kristin Scott Thomas.

Voto dell’autore:4.0 / 5

The following two tabs change content below.

Ultimi post di Davide Sica (vedi tutti)

Loading...