Loving - Recensione

Voto staff filmedvd

Film considerato passabile
sulla base di 2 voto/i
3.40/5

Loving

RANKING
1407° su 2246 in Generale
498° su 638 in Drammatico
20162 h 03 min
Trama

Stati Uniti, 1958: Richard e Mildred Loving sono una coppia interrazziale che decide di sposarsi nello Stato di Washington. Rientrati in Virginia, i due coniugi vengono arrestati per aver violato la legge sui matrimoni misti vigente nel loro Stato. Per evitare la detenzione, Richard e Mildred saranno costretti ad abbandonare la Virginia, ma inizieranno una difficile battaglia giudiziaria per far abrogare la legge sul divieto dei matrimoni tra persone bianche e di colore.

Metadata
Regista Jeff Nichols
Titolo originale Loving
Data di uscita 16 marzo 2017
Durata 2 h 03 min
Attori
Cast: —
Trailer

No trailer added for this movie.

Presentato in anteprima mondiale in concorso al 69° Festival di Cannes e basato sul documentario del 2011 “The Loving story”, a sua volta ispirato alla storia vera del caso giudiziario Loving vs Virginia, che nel 1967 avrebbe portato all’abrogazione delle leggi che vietavano i matrimoni tra persone di etnie diverse, “Loving” è il quinto film del regista americano Jeff Nichols, e il secondo realizzato nel 2016 dopo “Midnight Special” (inedito in Italia); in prima fila nel cast troviamo Joel Edgerton e Ruth Negga, quest’ultima candidata all’Oscar come miglior attrice protagonista. Scritto dallo stesso Nichols, il film prende spunto dalla storia vera dei coniugi Richard e Mildred Loving e si pone come un dramma storico ambientato nell’America degli anni ’50 e ’60, caratterizzata dall’esistenza di leggi segregazioniste. Il riferimento esplicito e per nulla nascosto a cui Nichols si ispira con discreto mestiere è quello della tradizione del cinema civile: un cinema impegnato a raccontare un punto di vista sulla storia attraverso i nove anni di battaglia affrontati dai protagonisti per ottenere i propri diritti.

Così “Loving” si muove in maniera talvolta fin troppo ovvia verso territori narrativi e stilistici ben noti e già sperimentati più volte, rivelandosi un film che purtroppo è talmente intrappolato nel proprio genere di appartenenza e che non sfugge a una mediocrità di fondo. Nichols, autore di una regia che si mantiene sempre equilibrata, realizza dunque una pellicola “corretta” e dai nobili intenti, ma eccessivamente schematica e messa in scena in maniera un po’ anonima. “Loving” è infatti un’opera che si limita dichiarare cose giuste, ma che non sfodera mai nuove idee per analizzare con uno sguardo diverso il mondo rappresentato; mentre Nichols sfrutta un notevole cast (più brava Ruth Negga rispetto al collega Edgerton), ma non si libera dai cliché di un racconto dal taglio eccessivamente edificante e talvolta quasi pleonastico, incentrato sull’amore oltre le barriere della legge e l’ottusa società dell’epoca e sulla libertà indispensabile per la vita per tutti gli individui, elaborando un monito d’accusa contro qualunque tipo di razzismo.

Voto dell’autore:3.0 / 5

The following two tabs change content below.

Ultimi post di Riccardo Tanco (vedi tutti)

Loading...