L'ultimo dei templari - Recensione


Voto staff filmedvd

Film considerato da evitare
sulla base di 1 voto/i
2.40/5

L'ultimo dei templari

RANKING
2432° su 2562 in Generale
119° su 126 in Fantastico
20111 h 35 min
Trama

Europa, XIV secolo. Un eroico crociato Behman von Bleiruck, e il suo amico più stretto, Felson, tornano a casa dopo decenni trascorsi a combattere, per ritrovare il loro mondo distrutto dalla peste. I vegliardi della Chiesa, convinti che Anna, una giovane accusata di essere una strega, sia responsabile della devastazione, affidano ai due cavalieri il compito di scortare la misteriosa ragazza in un avulso monastero dove i monaci dovranno compiere un antico rituale per liberare la regione dal suo anatema.

Metadata
Regista Dominic Sena
Titolo originale Season of the Witch
Data di uscita 15 Giugno 2011
Nazione U.S.A.
Durata 1 h 35 min
Attori
Cast: Nicolas Cage, Ron Perlman, Ulrich Thomsen, Christopher Lee, Fernanda Dorogi, Stephen Graham, Rebekah Kennedy, Matt Devere, Robert Sheehan, Claire Foy, Stephen Campbell Moore, Rory McCann
Trailer
L'ultimo dei templari

Finito di vedere questo film di Dominic Sena, regista di action-movie di successo come “Fuori in 60 secondi” e “Codice Swordfish”, una domanda gira prevalentemente nella testa: ma cosa diavolo c’entra il titolo “L’ultimo dei templari” con il narrato, in cui di tutto si parla fuorché di templari? Come sempre, se davvero si vuole avere un’idea precisa su ciò che si andrà a vedere, conviene ignorare le spericolate traduzioni italiane e rifarsi ai titoli originali, in questo caso “Season of the witch” (la stagione delle streghe). Se comunque nel post-visione la testa è occupata da questa facezia non è solo colpa della distribuzione nostrana, ma anche di una pellicola che non lascia proprio niente di positivo da ricordare.

Va detto che ancora una volta il premio Oscar Nicolas Cage si lascia coinvolgere, per evidenti fini economici, in una operazione di bassa lega che certo non gli fa onore, costringendolo a sfoggiare fra l’altro l’ennesima improbabile capigliatura (oramai le ha provate tutte). Tolta difatti qualche bella scenografia (il film è stato girato prevalentemente nell’Est Europa), lo spettacolo offerto è veramente di scarso livello. La sceneggiatura, se ci fosse un premio per il maggior numero di dialoghi inutili, vincerebbe a mani basse, ed è costellata di scelte narrative insensate: un esempio è come viene gestito l’enigmatico (?) personaggio della ragazza / strega, con i maldestri tentativi di giocare sulla sua ambiguità quando già dopo due minuti si capisce la sua vera natura.

Il finale poi è di quelli che lasciano alquanto insoddisfatti, in quanto anziché tappare i buchi li amplifica. In tutto questo la regia di Sena appare un minimo volenterosa, ma deve fare i conti, oltre che con il misero soggetto, anche con una serie di interpreti svogliati (salverei solo la strega Claire Foy) ed un budget che non permette grandi effetti speciali. Insomma, “L’ultimo dei templari” è una mezza fregatura e non solo per via del furbo ed evocativo titolo italiano.

Voto dell’autore:2.4 / 5

The following two tabs change content below.
Chi sono? Bella domanda sicuramente meglio della risposta che vi riporto di seguito. Sono un ragazzo di 32 anni di professione Ingegnere, appassionato soprattutto di cinema e che ha trovato nel collezionare i Dvd il più naturale sfogo alla sua passione. Nel tempo libero non c'è attività che superi il guardarmi un bel film sopra una comoda poltrona (forse solo una partita di calcetto).

Ultimi post di Manuel Celentano (vedi tutti)

Loading...