Magic Mike - Recensione


Voto staff filmedvd

Film considerato da vedere
sulla base di 2 voto/i
3.60/5

Magic Mike

RANKING
1260° su 2562 in Generale
481° su 732 in Drammatico
20121 h 50 min
Trama

Magic Mike è uno spogliarellista di successo: col trascorrere degli anni il suo corpo, così ben definito dal ballo e dall’allenamento, è divenuto l’irresistibile oggetto di desiderio da parte del pubblico femminile. Un giorno incrocia la strada di Adam, un ragazzo in cerca di se stesso nonché di tutte quelle emozioni che un diciannovenne vorrebbe sperimentare: guadagno facile, donne e tanto divertimento. Intuendo le sue potenzialità, Mike decide di prenderlo sotto la sua ala protettrice e di iniziarlo al mondo dello striptease maschile, facendo di lui “The Kid”. Non ci vuole molto perché Adam divenga la nuova attrazione del club; intanto, però, Mike incontra l’intelligente sorella del giovane, Brooke, che a differenza delle altre ragazze lo invita a riflettere attentamente sulla propria condizione lavorativa ed esistenziale.

Metadata
Titolo originale Magic Mike
Data di uscita 21 Settembre 2012
Nazione U.S.A.
Durata 1 h 50 min
Attori
Cast: Channing Tatum, Matthew McConaughey, Olivia Munn, Cody Horn, Alex Pettyfer, Joe Manganiello, Matt Bomer, James Martin Kelly, Reid Carolin, Adam Rodríguez, Kevin Nash, Gabriel Iglesias, Betsy Brandt, Riley Keough, Michael Roark
Trailer
Magic Mike

La domanda che viene posta al nostro “Magic Mike” è sostanzialmente questa: siamo quello che facciamo o possiamo fare qualcosa senza che essa abbia a che vedere con il nostro vero essere? Diretto da Steven Soderbergh (ma inizialmente commissionato al Nicolas Winding Refn di “Drive”), “Magic Mike” è un film incentrato sul difficile quanto spesso superficiale mondo dello spogliarello maschile, dove l’arte del ballo e l’estetica dei pettorali finiscono per incontrarsi con l’universo underground e più impietoso del sesso occasionale, della droga e dei soldi sporchi, sempre al confine tra il reale e la finzione per quanto riguarda i rapporti tra spogliarellisti e pubblico femminile.

La pellicola, non a caso, è ispirata alle vicissitudini personali del suo interprete principale, l’attore ed ex modello Channing Tatum, che nel corso del tempo ha saputo fare del suo fisico palestratissimo un vero e proprio marchio di fabbrica, dividendosi abbastanza dignitosamente tra cinema d’impegno (“Guida per riconoscere i tuoi santi”, “Fighting”) e numerosi blockbuster movie, alcuni (“21 Jump Street”, per esempio) più riusciti di altri (“Step up”, “Dear John”). All’età di diciannove anni, infatti, Tatum lavoricchiava come spogliarellista in un locale di Tampa, utilizzando lo pseudonimo di Chan Crawford. Accanto a lui troviamo così gli addominali dell’emergente Alex Pettyfer (“Sono il numero quattro”), un eccentrico e sensuale Matthew McCounaghey (“Killer Joe”), Joe Manganiello e Matthew Bomer (“White collar”), in un provocante quartetto di cowboy pronto a scatenare le fantasie della maggior parte delle donne, dentro e fuori lo schermo.

Nell’insieme, “Magic Mike” sembra pertanto avere le premesse giuste per apparire ai nostri occhi come l’ennesimo blockbuster senza arte né parte; ma una volta entrati nelle sue atmosfere crude e sfacciate ci si rende ben presto conto di trovarsi di fronte a un’opera valida e diversa dalle solite. L’interpretazione di Matthew McCounaghey su tutte, unita a una messa in scena dal manierismo semplice ma efficace, s’interseca alla perfezione con la sceneggiatura di Reid Carolin, densa di riflessioni, che si affaccia su un mondo di cui si sa in verità ancora troppo poco, e del quale possiamo con ciò osservare più da vicino, finalmente, pregi e difetti. Scatenato, incontentabile e allo stesso tempo ingenuo sognatore, il Magic Mike che ci viene raccontato è in fondo un normale trentenne come un altro: il suo unico difetto è quello d’essere rimasto intrappolato in un mestiere che alla lunga non perdona, dove la facilità con la quale arrivano contanti, pasticche e ragazze è solo una delle due facce della medaglia.

Voto dell’autore:3.7 / 5

The following two tabs change content below.

Ultimi post di Eva Barros Campelli (vedi tutti)

Loading...