Manchester by the sea - Recensione

Voto staff filmedvd

Film considerato da vedere
sulla base di 3 voto/i
3.77/5

Manchester by the Sea

RANKING
708° su 2102 in Generale
297° su 613 in Drammatico
20162 h 17 min
Trama

A seguito dell'improvvisa morte del fratello maggiore Joe, Lee Chandler, un idraulico di Boston, torna nella sua città natale, Manchester-by-the-Sea, nel Massachussets, dove scopre di essere stato nominato come tutore legale del nipote adolescente Patrick.

Metadata
Titolo originale Manchester by the Sea
Data di uscita 16 febbraio 2017
Nazione Stati Uniti
Durata 2 h 17 min
Trailer

Presentato in anteprima mondiale al Sundance Film Festival 2016, passato per vari festival internazionali, tra cui la Festa del Cinema di Roma, e ricompensato con sei nomination agli Oscar, tra cui miglior film, miglior regia e le candidature per gli interpreti Casey Affleck, Lucas Hedges e Michelle Williams, “Manchester by the sea” è la terza pellicola diretta dal regista e sceneggiatore Kenneth Lonergan, dopo “Conta su di me” del 2000 e “Margaret” del 2011. Cinque anni dopo il suo precedente lavoro, con “Manchester by the sea” Lonergan realizza un’opera drammatica che guarda alla consolidata tradizione del cinema indie americano, provando però al tempo stesso a discostarsi da certi suoi stilemi. L’occhio registico è infatti più netto e pulito rispetto alla media di produzioni simili, e Lonergan pare assumere una prospettiva più “discreta” e meno caricata su alcuni elementi del racconto, come la gestione dei flashback che contornano il film. Con un tono dimesso e malinconico, “Manchester by the sea” punta a seguire il percorso classico di un dramma familiare sulle ferite del passato e sulla difficoltà nel superare il dolore, trattando in modo delicato i temi del lutto e della tragedia e riuscendo anche a trovare, nella prima parte, una propria identità ben definita.

Ma poi Kenneth Lonergan opta per binari narrativi ben più canonici e ovvi, confezionando un dramma che parla in modo fin troppo schematico della riscoperta dell’affetto e del rapporto quasi da padre e figlio tra i due personaggi principali, Lee e Patrick Chandler, interpretati da Casey Affleck, vincitore del Golden Globe e candidato all’Oscar come miglior attore protagonista, e del giovanissimo Lucas Hedges. Così, nel corso del suo sviluppo, “Manchester by the sea” evita qualunque ostacolo possa intralciare una sceneggiatura piuttosto didascalica nel suo incedere, rinunciando all’ambizione dell’opera in grado di illustrare la complessità dei rapporti umani. Al contrario, il film di Lonergan sfocia nell’ennesima storia di ricostruzione e ritrovamento familiare; la parte finale, tuttavia, ha il merito di optare per un epilogo non del tutto “risolto”, non definitivo ma lasciato in sospeso. Ciò nonostante mancano il guizzo e l’idea vincente in grado di distinguere “Manchester by the sea” da altri titoli analoghi e di sbloccarlo rispetto a una scrittura che si affida a molti cliché a livello di stile e di narrazione.

Voto dell’autore:3.0 / 5

The following two tabs change content below.

Ultimi post di Riccardo Tanco (vedi tutti)

Loading...