Miss Peregrine - La casa dei ragazzi speciali - Recensione


Voto staff filmedvd

Film considerato passabile
sulla base di 2 voto/i
3.15/5

Miss Peregrine - La casa dei ragazzi speciali

RANKING
1790° su 2404 in Generale
14° su 24 in Fantasy
20162 h 07 min
Trama

In seguito alla tragica morte del nonno Abraham, il giovane Jacob Portman si reca in Galles alla ricerca di una casa in cui abitano bambini dal talento speciale, gestita dalla misteriosa Miss Alma Peregrine, e di cui il nonno aveva tanto parlato a Jacob in passato. Il giovane dovrà salvare i bambini dalle malvagie creature che stanno cercando di ucciderli.

Metadata
Regista Tim Burton
Titolo originale Miss Peregrine's Home for Peculiar Children
Data di uscita 15 dicembre 2016
Nazione Stati Uniti
Durata 2 h 07 min
Trailer
Miss Peregrine - La casa dei ragazzi speciali

Tratto dal romanzo “La casa per bambini speciali di Miss Peregrine” (“Miss Peregrine’s home for peculiar children”), scritto da Ransom Riggs nel 2011, “Miss Peregrine – La casa dei ragazzi speciali” è il diciottesimo film diretto dal regista Tim Burton, che ritorna dietro la macchina da presa due anni dopo “Big eyes”. Dopo aver affrontato il dramma malinconico con il precedente film, con “Miss Peregrine – La casa dei ragazzi speciali” Tim Burton ritorna a sentieri più familiari alla sua filmografia, girando un’avventura fantasy che guarda come riferimento principale a “Big Fish”. Se le atmosfere favolistiche paiono portare Burton ad una sorta di passo indietro verso il passato, a livello di immaginario il regista prova a mescolare i toni fiabeschi e un gotico annacquato tra creazioni visive elaborate alla “Alice in Wonderland” e svolte quasi horror del primo Burton. Fra trovate più o meno riuscite, l’impressione è che il film si muova troppo innocuamente su un percorso prestabilito e non abbia voglia di rischiare, adagiandosi con facilità sul timbro autoriale oramai depotenziato dello stile burtoniano.

Se modi e toni della pellicola si alternano tra quelli di un fantasy d’avventura per ragazzi e il tentativo di realizzare qualcosa di più, a “Miss Peregrine – La casa dei ragazzi speciali” manca uno sguardo preciso che non sia quello di una scrittura realizzata con il pilota automatico. Il film di Burton finisce per semplificare in maniera eccessiva la metafora chiarissima che vede contrapposti i mostri reali e presunti con il fantasma e l’orrore della guerra, più volte citata nel film. Ma “Miss Peregrine – La casa dei ragazzi speciali”, a livello di intenzioni, si accontenta di volare molto basso per essere un film che vorrebbe celebrare la forza dei sogni e della fantasia sulla realtà, ma che resta ingabbiato in una sceneggiatura confusionaria. “Miss Peregrine – La casa dei ragazzi speciali” risulta dunque un convenzionale racconto di formazione un po’ fuori tempo massimo, e purtroppo non così interessante come vorrebbe: l’ennesima storia di rivalsa degli incompresi, dei reietti e degli “speciali” contro il conformismo di una società quanto mai grigia e chiusa, classica firma burtoniana che ormai arriva in maniera stanca e faticosa in dirittura d’arrivo.

Voto dell’autore:2.5 / 5

The following two tabs change content below.

Ultimi post di Riccardo Tanco (vedi tutti)

Loading...