Parkland - Recensione


Voto staff filmedvd

Film considerato passabile
sulla base di 2 voto/i
2.95/5

Parkland

RANKING
2106° su 2562 in Generale
669° su 732 in Drammatico
20131 h 33 min
Trama

Il 22 novembre 1963, mentre è in visita a Dallas, in Texas, insieme a sua moglie Jacqueline, il Presidente degli Stati Uniti John Fitzgerald Kennedy viene colpito da alcuni spari. Il Presidente viene trasportato immediatamente al Parkland Hospital, ma le sue condizioni sono ormai compromesse; nel frattempo, i servizi segreti scoprono che l’intera sequenza degli spari è stata ripresa da una telecamera Super 8.

Metadata
Regista Peter Landesman
Titolo originale Parkland
Data di uscita 9 Dicembre 2019
Nazione U.S.A.
Durata 1 h 33 min
Trailer

No trailer added for this movie.

Parkland

A 50 anni dall’omicidio di John Fitzgerald Kennedy, uno degli eventi che maggiormente hanno segnato non solo la storia politica statunitense, ma lo stesso immaginario dell’America dell’ultimo mezzo secolo, le circostanze dell’assassinio di uno dei presidenti più amati di sempre sono state riproposte ancora una volta al cinema con “Parkland”, debutto alla regia del giornalista e scrittore Peter Landesman. Uscito in coincidenza con questo significativo anniversario e presentato al Festival di Venezia 2013, “Parkland” rievoca dunque la morte di Kennedy e i tre giorni successivi, fino all’arresto e all’uccisione di Lee Harvey Oswald, attraverso la prospettiva di una serie di differenti personaggi, ciascuno coinvolto a vari livelli dalla drammatica sparatoria di Dallas.

In tal senso il film di Landesman adotta la modalità di un tipico racconto corale, frammentando l’intreccio in vari percorsi narrativi paralleli e sposando di volta in volta il punto di vista di singoli personaggi. Alcuni di questi si muovono all’interno del Parkland Hospital (ribattezzato in seguito Parkland Memorial Hospital), l’ospedale in cui fu ricoverato Kennedy subito dopo essere stato colpito a bordo della sua automobile, ma altri subplot si sviluppano attorno alla pellicola Super 8 che riprese la sparatoria, all’arresto di Lee Harvey Oswald e agli agenti dell’FBI che si resero conto troppo tardi di non aver prestato sufficiente attenzione al presunto assassino di Kennedy. “Parkland” procede tuttavia lungo binari già ben noti al grande pubblico, senza l’approfondimento o la densità di quello che è ancora il principale film sull’omicidio del Presidente, ovvero “JFK” di Oliver Stone.

Caratterizzato da un ritmo spedito e incalzante, “Parkland” può contare su un cast che include, fra gli altri, interpreti quali Marcia Gay Harden, Paul Giamatti, Billy Bob Thornton e Jacki Weaver, oltre a Zac Efron nei panni del giovane tirocinante del Parkland Hospital Jim Carrico. Accanto a molti nomi noti si distingue in particolare il bravo James Badge Dale nella parte di Robert Edward Lee Oswald Jr, il fratello di Harvey Osland, protagonista di una delle sottotrame più interessanti dell’intero film. Il risultato complessivo è un’opera interessante e dalla solida fattura, ma in alcuni tratti eccessivamente superficiale e ai limiti della retorica, e che in fondo non racconta nulla di particolarmente nuovo od originale su questo capitolo della storia americana già ampiamente esplorato da cinema e Tv.

Voto dell’autore:3.5 / 5

The following two tabs change content below.
Loading...