Resident Evil - Recensione


Voto staff filmedvd

Film considerato passabile
sulla base di 1 voto/i
3.00/5

Resident Evil

RANKING
2000° su 2562 in Generale
57° su 99 in Azione
20021 h 40 min
Trama

La Umbrella Corporation è una multinazionale che produce armi chimiche e batteriologiche. In uno dei suoi laboratori supersegreti e sotterranei è il caos: un computer dotato di intelligenza artificiale sembra impazzire e commette una strage, uccidendo le centinaia di scienziati e tecnici che operavano al suo interno. Viene inviata una squadra altamente addestrata ed equipaggiata per scoprire cosa è successo, ma gli agenti scopriranno a loro spese che i morti camminano ancora…

Metadata
Titolo originale Resident Evil
Data di uscita 5 Luglio 2002
Durata 1 h 40 min
Attori
Cast: Milla Jovovich, Michelle Rodriguez, Eric Mabius, Ryan McCluskey, Oscar Pearce, Indra Ové, Anna Bolt, Joseph May, Robert Tannion, Heike Makatsch, Jaymes Butler, Stephen Billington, Fiona Glascott, Colin Salmon, Martin Crewes, Pasquale Aleardi, Liz May Brice, Torsten Jerabek, Marc Logan-Black, James Purefoy, Michaela Dicker, Jason Isaacs
Trailer
Resident Evil

Il film “Resident Evil”, di Paul W. S. Anderson, è stato tratto da una famosa serie di videogiochi di “survival horror”, i cui protagonisti sono agenti di una particolare branca della polizia, la STARS, che si trova a combattere contro orde di zombie generate dalla diffusione del T-virus, creato in laboratorio dalla multinazionale Umbrella. Visto il successo su console, la trasposizione su grande schermo era piuttosto scontata ma, al contrario di altre disastrose pellicole provenienti dal mondo ludico, “Resident Evil” si è saputo meritare quantomeno il rispetto dei fan accaniti della serie per un semplice, banale motivo: invece di trasporre su schermo le vicissitudini della squadra STARS guidata dal giocatore, gli autori hanno deciso di affrontare la storia sulla diffusione del T-virus da un punto di vista differente, ovvero quello del cattivo, la stessa Umbrella Corp.

Condito da sparatorie, effetti speciali piuttosto basilari, una buona dose di trucco e tutti i cliché del genere, alla fin fine “Resident Evil” si classifica come un horror standard, senza particolari colpi di genio. Diciamo pure che non fa nemmeno tanta paura, provocando balzi sulla poltrona solo con improvvise comparse di zombie. La stessa colonna sonora non brilla nel riuscire a creare la situazione di disagio che si poteva sperimentare con il primo titolo della serie videoludica, e la protagonista, Milla Jovovich, in più di un’occasione si dimostra totalmente inespressiva, poco convincente, facendo rimpiangere la protagonista del videogioco, Jill Valantine, ben più risoluta e aggraziata.

In poche parole, “Resident Evil” è un horror di cui si può anche fare a meno, sebbene alla fin fine riesca a far trascorrere quell’oretta e mezzo di durata. Se da una parte non lo si può definire un must per lo spettatore standard, ci sentiamo di consigliarlo agli appassionati della serie, per il semplice fatto di non essere caduto (a differenza di molte altre trasposizioni cinematografiche di videogiochi) nell’errore di voler a tutti i costi forzare in pochi minuti sul grande schermo l’esperienza di gioco di ore passate con un joypad davanti al piccolo schermo.

Voto dell’autore:3 / 5

The following two tabs change content below.

Ultimi post di Teo (vedi tutti)

Loading...