Scott Pilgrim vs. the World - Recensione


Voto staff filmedvd

Film considerato passabile
sulla base di 1 voto/i
3.40/5

Scott Pilgrim vs. the World

RANKING
1613° su 2562 in Generale
10° su 36 in Demenziale
20101 h 52 min
Trama

Il bassista della band Sex Bob-Omb Scott Pilgrim incontra ad un party la ragazza dei suoi sogni, Ramona Victoria Flowers. Scott riesce a coronare il suo sogno ma scopre che sette diabolici ex fidanzati di lei sono pronti a combatterlo per l'amore di Ramona. Scott, cosi, si troverà ad affrontare sette ex fidanzati, uno più agguerrito dell'altro, e a tentare di sconfiggerli prima che essi sconfiggano lui.

Metadata
Regista Edgar Wright
Titolo originale Scott Pilgrim vs. the World
Data di uscita 19 Novembre 2010
Nazione U.S.A.
Durata 1 h 52 min
Attori
Cast: Michael Cera, Mary Elizabeth Winstead, Kieran Culkin, Chris Evans, Anna Kendrick, Brandon Routh, Alison Pill, Jason Schwartzman, Ellen Wong, Satya Bhabha, Mae Whitman, Johnny Simmons, Brie Larson, John Patrick Amedori, Mark Webber, Erik Knudsen, Nelson Franklin, Jean Yoon, Kristina Pesic, Abigail Chu, Ben Lewis, Ingrid Haas, Chantelle Chung, Emily Kassie, Aubrey Plaza, Marlee Otto, Will Seatle Bowes
Trailer
Scott Pilgrim vs. the World

Dopo gli appezzati “L’alba dei morti dementi” e “Hot fuzz”, il regista inglese Edgar Wright torna a conquistare la critica con questo spericolato “Scott Pilgrim vs. the World”, un film che ha l’ambizione di essere insieme commedia sentimentale e “videogioco” seguendo la particolare mistura offerta dall’omonima graphic-novel di Bryan Lee O’Malley da cui la storia deriva. Un mix che però non è piaciuto o che forse non ha attratto il grande pubblico, che ha bocciato la pellicola al box-office (45 milioni di incasso a fronte di una spesa di 60 milioni).

Onestamente “Scott Pilgrim vs. the World” non è proprio un’opera per tutti i palati, e quelli meno propensi a fuggire da vicende “realistiche” e schemi narrativi classici potrebbero etichettare il tutto come una “vaccata”. In effetti vedere gente esplodere e diventare un pugno di monetine e duelli da videogame dentro quella che sembra inizialmente una teen-comedy può lasciare interdetti. Ma se si accettano le regole video-ludiche del racconto tutto inizia ad avere un senso, e non è difficile inquadrare la vicenda di Scott come quella di un qualsiasi ragazzo alla prese con le proprie insicurezze e con il criptico mondo delle relazioni sentimentali: solo che qui si trasformano in terribili cattivi da combattere. Forse però Wright viaggia troppo con il piede sull’acceleratore e la sua messa in scena, sicuramente interessante nell’ibridare elementi reali con stilemi del mondo dei videogame e del fumetto, può risultare pesante da elaborare.

Un frullato di idee e sketch sul demenziale andante a cui è difficile stare dietro, tanto che talvolta con alcune gag si rimane col dubbio se non si sia capita o se non faceva ridere. Il film è comunque una boccata di aria fresca che non lascia indifferenti ed insoddisfatti. L’unica cosa che mal si comprende è come il protagonista, ascrivibile alla categoria dei nerd, possa essere un Don Giovanni, un particolare a cui proprio non si riesce a credere nonostante i tanti elementi paradossali presenti.

Voto dell’autore:3.4 / 5

The following two tabs change content below.
Chi sono? Bella domanda sicuramente meglio della risposta che vi riporto di seguito. Sono un ragazzo di 32 anni di professione Ingegnere, appassionato soprattutto di cinema e che ha trovato nel collezionare i Dvd il più naturale sfogo alla sua passione. Nel tempo libero non c'è attività che superi il guardarmi un bel film sopra una comoda poltrona (forse solo una partita di calcetto).

Ultimi post di Manuel Celentano (vedi tutti)

Loading...