Sherlock Holmes - Gioco di ombre - Recensione


Voto staff filmedvd

Film considerato da vedere
sulla base di 4 voto/i
3.63/5

Sherlock Holmes - Gioco di ombre

RANKING
1249° su 2562 in Generale
18° su 99 in Azione
20112 h 09 min
Trama

Sherlock Holmes è sempre stato il più astuto di tutti… almeno fino ad oggi. Una nuova acuta mente criminale, il professor Moriarty, con una intelligenza pari a quella di Holmes e con una predisposizione al male ed una totale assenza di coscienza, potrebbe mettere in grande difficoltà il rinomato detective. Quando il Principe d'Austria viene trovato morto, tutte le prove raccolte dall'ispettore Lestrade indicano come causa del decesso il suicidio...

Metadata
Regista Guy Ritchie
Titolo originale Sherlock Holmes: A Game of Shadows
Data di uscita 16 Dicembre 2011
Nazione U.S.A.
Durata 2 h 09 min
Attori
Cast: Robert Downey Jr., Jude Law, Jared Harris, Noomi Rapace, Kelly Reilly, Geraldine James, Eddie Marsan, Stephen Fry, William Houston, Affif Ben Badra, Paul Anderson, Wolf Kahler, Iain Mitchell, Jack Laskey, Patricia Slater, Karima Adebibe, Richard Cunningham, Marcus Shakesheff, Mark Sheals, George Taylor, Rachel McAdams, Thierry Neuvic, Laurentiu Possa
Trailer
Sherlock Holmes - Gioco di ombre

Dopo aver incassato 500 milioni di dollari con la sua prima avventura, il nuovo Sherlock Holmes di Guy Ritchie, interpretato da Robert Downey Jr, tenta il bis con “Sherlock Holmes – Gioco di ombre”, un nuovo capitolo che si rifà al romanzo di Arthur Conan Doyle che avrebbe dovuto chiudere la serie letteraria sull’acuto investigatore, ovvero “L’ultima avventura” (in realtà i fan inferociti fecero tornare lo scrittore sui propri passi). Per chi conosce il libro vediamo dunque Sherlock all’opera contro il suo più temibile nemico, il professor Moriarty, uomo dal cervello finissimo e dalla fredda malvagità.

Di solito, quando un film del genere ha un cattivo di grande spessore si è già a metà dell’opera, ma purtroppo, a questo giro, a Ritchie sembra mancare l’altra metà. Eppure gli ingredienti per realizzare un altro godibilissimo prodotto c’erano tutti: due interpreti azzeccati che tornano ancora più affiatati, più spazio di manovra dovuto alla non impellente necessità di presentare i personaggi, un lauto budget di 125 milioni di dollari e, come già detto, un bell’antagonista. Quello che manca però è il coinvolgimento verso la storia, ancor più ricca di azione, che ti scorre davanti senza però renderti partecipe. Sherlock Holmes sembra già aver risolto il caso prima di iniziare, cosicché lo sviluppo non riesce ad intrigare lo spettatore, e il film è un continuo andirivieni fra luoghi e personaggi un po’ fini a se stessi.

Certo, quando Ritchie fa il virtuoso della telecamera procura un certo effetto (sempre molto divertenti le sequenze in cui Sherlock analizza come affrontare un avversario), ma più che nel precedente capitolo, il regista stritola la storia a favore della mera azione. Anche i momenti topici deludono abbastanza, con i faccia a faccia fra i due antagonisti non troppo incisivi. Insomma, non ci si appassiona al film, e la mancanza dell’elemento sorpresa (tipico di un sequel) pesa parecchio.

Voto dell’autore:3.1 / 5

The following two tabs change content below.
Chi sono? Bella domanda sicuramente meglio della risposta che vi riporto di seguito. Sono un ragazzo di 32 anni di professione Ingegnere, appassionato soprattutto di cinema e che ha trovato nel collezionare i Dvd il più naturale sfogo alla sua passione. Nel tempo libero non c'è attività che superi il guardarmi un bel film sopra una comoda poltrona (forse solo una partita di calcetto).

Ultimi post di Manuel Celentano (vedi tutti)

Loading...