Star Trek beyond - Recensione


Voto staff filmedvd

Film considerato passabile
sulla base di 3 voto/i
3.27/5

Star Trek beyond

RANKING
1800° su 2562 in Generale
84° su 133 in Fantascienza
20162 h 02 min
Trama

Inviata a rispondere a una richiesta di salvataggio inviata da una nave di origine ignota, la USS Enterprise subisce un attacco da una flotta aliena, comandata dal misterioso Krall. Il capitano James T. Kirk, assieme al resto dell'equipaggio, atterra su un pianeta sconosciuto con l'obiettivo di salvare i sopravvissuti e scoprire i piani dell'alieno.

Metadata
Regista Justin Lin
Titolo originale Star Trek Beyond
Data di uscita 21 Luglio 2016
Nazione Stati UnitiCina
Durata 2 h 02 min
Trailer
Star Trek beyond

A due anni di distanza dall’ultimo “Star Trek – Into darkness”, torna al cinema il celeberrimo franchise di “Star Trek”, creato nel 1966 da Gene Roddenberry, con il tredicesimo film della serie e il terzo capitolo del reboot cinematografico della saga, iniziato nel 2009 con la regia di J.J. Abrams; e per questo “Star Trek beyond” Abrams lascia il testimone a Justin Lin, regista di tre film della serie di “Fast & furious”. Dopo la complessiva riuscita dell’operazione effettuata da J.J. Abrams (qui in veste di produttore), il quale era riuscito a riportare in auge una serie tanto amata e celebre presso un nuovo pubblico, Justin Lin pare voler proseguire senza particolari innovazioni la strada già imboccata dal collega: un percorso in cui l’immaginario classico di “Star Trek” è tirato a lucido secondo le possibilità del cinema contemporaneo, cercando così un equilibrio tra l’omaggio alla serie classica e ai film precursori e un’operazione di svecchiamento di personaggi e situazioni.

Uno dei meriti principali di “Star Trek beyond” consiste nell’evitare un eccessivo effetto nostalgico, nonostante si tratti di un prodotto che ammicca alla mitologia della serie in modo a volte fin troppo esplicito: sono presenti infatti citazioni più o meno dirette al passato di “Star Trek”, e i toni diventano più lievi e più vicini alle atmosfere della serie televisiva. Tuttavia, Justin Lin realizza un’avventura fantascientifica di sicuro impianto spettacolare (anche se l’apporto del 3D non è necessario) e visivamente imponente, ma che procede senza sorprese e con una sceneggiatura che pare muoversi con il pilota automatico, e anche con un certo distacco emotivo rispetto agli eventi messi in scena. Justin Lin ripercorre i passi dei due capitoli precedenti ma perde in leggerezza narrativa e fatica a reggere il ritmo per le due ore di durata, soprattutto non riuscendo ad evitare l’effetto déjà-vu di una sceneggiatura che sembra la fotocopia un po’ sbiadita del ben più riuscito “Into darkness”. E così, nonostante l’indubbio effetto spettacolare, “Star Trek beyond” si poggia su uno schema già visto che non dice granché altro, al di là della celebrazione del coraggio e dell’eroismo dei personaggi più noti.

Voto dell’autore:2.7 / 5

The following two tabs change content below.

Ultimi post di Riccardo Tanco (vedi tutti)

Loading...