The Bourne legacy - Recensione


Voto staff filmedvd

Film considerato da vedere
sulla base di 2 voto/i
3.80/5

The Bourne Legacy

RANKING
728° su 2562 in Generale
13° su 99 in Azione
20122 h 15 min
Trama

Aaron Cross è un agente segreto che fa parte di un programma di nome Outcome ed ha seguito un durissimo addestramento che l’ha trasformato in un autentico super-soldato. Quando la vicenda legata a Jason Bourne travolge il programma Treadstone, anche la Outcome rischia di essere coinvolta nello scandalo; e il Colonnello Eric Byer, a capo del programma, decide di ricorrere a una soluzione estrema…

Metadata
Regista Tony Gilroy
Titolo originale The Bourne Legacy
Data di uscita 7 Settembre 2012
Nazione U.S.A.
Durata 2 h 15 min
Attori
Cast: Jeremy Renner, Rachel Weisz, Edward Norton, Scott Glenn, Stacy Keach, Joan Allen, Donna Murphy, Albert Finney, Michael Chernus, Oscar Isaac, Corey Stoll, David Strathairn, Michael Papajohn, Dennis Boutsikaris, Sheena Colette, Louis Ozawa Changchien, Corey Johnson, Jennifer Kim, Elizabeth Marvel, Shane Jacobson, Page Leong, Robert Christopher Riley, Zeljko Ivanek, Lou Veloso, Ruby Ruiz, Madeleine Nicolas, Antonette Garcia, Joel Torre, John Arcilla
Trailer
The Bourne legacy

I popolarissimi romanzi dello scrittore Robert Ludlum hanno dato origine, fra il 2002 e il 2007, a una serie cinematografica d’azione di grande successo: la saga incentrata sull’agente segreto Jason Bourne, interpretato da Matt Damon. A cinque anni di distanza da “The Bourne ultimatum” (2007), l’ultimo film della trilogia di Bourne, lo sceneggiatore Tony Gilroy ha ripreso in mano le redini della serie con “The Bourne legacy”, riallacciandosi agli eventi legati al personaggio Jason Bourne ma mettendo al centro della narrazione un protagonista completamente nuovo: Aaron Cross, altro super-agente addestrato dai servizi segreti americani per le missioni più delicate, che ha il volto dell’attore Jeremy Renner, in grado di risultare convincente nei panni del “duro” senza tuttavia sfoggiare inutili pretese di machismo. Dietro la macchina da presa troviamo lo stesso Tony Gilroy, regista di uno dei migliori thriller degli ultimi anni, l’eccellente “Michael Clayton”, mentre la sceneggiatura è ispirata al libro “The Bourne legacy” di Eric Van Lustbader (che ha ripreso l’opera di Ludlum dopo la morte dell’autore).

Mantenendo più o meno invariati gli elementi che hanno contribuito alla vasta fortuna della saga di Jason Bourne, Gilroy intreccia la storia del film con le vicende di “The Bourne ultimatum”, partendo dal momento in cui il crollo della Treadstone rischia di mettere a repentaglio anche un programma parallelo, chiamato Outcome, con a capo il severo Colonnello Eric Byer (Edward Norton), disposto a tutto pur di proteggere se stesso e la propria agenzia segreta dagli effetti di un possibile scandalo. Legato a questa indispensabile premessa, nella prima parte “The Bourne legacy” fatica ad ingranare, con i suoi continui rimandi alle avventure di Bourne; poi, dal momento in cui ha inizio la fatidica caccia all’uomo nei confronti di Aaron Cross, il film acquista il giusto ritmo, trasformandosi in un thriller incalzante e ricco di tensione, che riesce a coinvolgere lo spettatore senza però mai sacrificare il solido impianto narrativo sull’altare dell’iper-spettacolarità, regalando anche alcune sequenze di grande impatto: su tutte, la sparatoria all’interno del laboratorio della NRAG ed il serrato interrogatorio alla dottoressa Marta Shearing (Rachel Weisz), con il provvidenziale intervento di Cross.

Jeremy Renner, al quale spetta il non facile compito di sorreggere il peso dell’eredità del Jason Bourne di Matt Damon, se la cava assai bene: il suo Aaron Cross, solo contro tutti in una disperata lotta per la sopravvivenza, non tarda ad attirarsi le simpatie del pubblico, ed è spalleggiato nel film da una bravissima Rachel Weisz, valida partner femminile nel ruolo della scienziata che diventa il bersaglio di chi vorrebbe metterla a tacere. E così, se si è disposti a soprassedere a qualche incongruenza nella trama (l’assunto di partenza, ovvero la necessità di commettere uno sterminio per cancellare ogni traccia di Outcome prima ancora che lo scandalo sia esploso, è piuttosto debole), “The Bourne legacy” si rivela un action-movie di ottimo livello, al termine del quale non resta che aspettare i futuri capitoli di questo semi-nuovo franchise. Nel cast, fanno delle brevissime apparizioni alcuni degli interpreti della trilogia di Bourne: Joan Allen, Scott Glenn, David Strathairn e Albert Finney.

Voto dell’autore:3.8 / 5

The following two tabs change content below.
Loading...