The Lady - Recensione


Voto staff filmedvd

Film considerato da vedere
sulla base di 2 voto/i
4.00/5

The Lady

RANKING
327° su 2562 in Generale
4° su 54 in Biografico
20112 h 12 min
Trama

La straordinaria lotta della “orchidea d’acciaio” Aung San Suu Kyi e di suo marito, Michael Aris: mentre la donna continua la sua battaglia contro l’oppressivo regime birmano, il consorte affronta un cancro alla prostata che lo consuma lentamente. Nonostante le difficoltà, la lontananza e le continue prepotenze da parte di una dittatura ostile e feroce, il loro amore troverà la forza per sopravvivere, rafforzando così il loro credo e la loro missione: ottenere una Birmania libera.

Metadata
Regista Luc Besson
Titolo originale The Lady
Data di uscita 23 Marzo 2012
Nazione FranciaGran Bretagna
Durata 2 h 12 min
Attori
Cast: Michelle Yeoh, David Thewlis, Jonathan Raggett, Jonathan Woodhouse, Benedict Wong, Susan Wooldridge, Flint Bangkok, Guy Barwell, Sahajak Boonthanakit, Antony Hickling
Trailer
The Lady

Attenzione: la nuova opera di Luc Besson (“Adèle e l’enigma del faraone”, “Nikita”) non è un semplice racconto d’amore come tanti altri. “The Lady” è la vera storia dell’eroina nazionale birmana Aung San Suu Kyi, e declassarla come una semplice storia d’amore significherebbe prendere il cuore della pellicola e gettarlo via. Con una dolcezza infinita il regista francese riporta nei cinema i disordini politici dello stato a sud della Cina e la ribellione di una piccola donna dotata di una grande forza di volontà. Figlia del generale Aung San, Aung San Suu Kyi (chiamata affettuosamente Suu dal marito) cresce in un ambiente stimolante e intellettuale, guidata dall’ombra di un padre assassinato per essere stato il principale artefice della Rivoluzione Birmana degli anni ’40. Durante la sua battaglia, che inizia nel 1988, la nostra protagonista viene minacciata di morte, rapita, portata agli arresti domiciliari e privata dei suoi affetti più cari, il marito Michael e i figli Alex e Kim.

Besson, utilizzando un equilibrato connubio tra il ritratto della lotta politica per la democrazia e le sofferenze private di Suu, crea una pellicola intima e coinvolgente, pronta a scuotere gli animi di tutti gli spettatori in sala. Il ritmo è lontano anni da luce da quello documentaristico, e i filmati originali di alcune rivolte sono stati utilizzati solamente come oggetto di studio per ricreare nel modo più realistico possibile personaggi e situazioni (ad eccezione della manifestazione dei monaci buddhisti, in cui vengono alternate sequenze ricostruite e originali). Una menzione al merito è dovuta anche per i due protagonisti: la ex Bond girl Michelle Yeoh, che ha imparato il birmano per regalare un intenso momento di commozione generale durante il primo discorso di Suu; e David Thewlis, che dopo aver interpretato il poeta francese Paul Verlaine ed il professor Remus Lupin nella saga di Harry Potter, ritorna con un incredibile doppio ruolo nei panni di Michael Aris e del suo fratello gemello Anthony.

Realizzata in Thailandia (il governo birmano ha infatti negato i permessi per le riprese), la pellicola gode di alcuni magistrali campi lunghi e di alcune scene particolari ambientate nei pressi della pagoda di Shwedagon, realizzate con l’ausilio di una telecamera nascosta, riuscendo comunque a dare l’impressione allo spettatore di trovarsi veramente per tutta la durata del film nella capitale Rangoon. “The Lady” è un’opera volta a sensibilizzare le coscienze, ma consigliata anche a chi già conosce le gesta di Aung San Suu Kyi: vi assicuro che durante la visione non mancheranno le lacrime.

Voto dell’autore:4.6 / 5

The following two tabs change content below.

Ultimi post di Giulia Crucitti (vedi tutti)

Loading...