Thor - The dark world - Recensione


Voto staff filmedvd

Film considerato da vedere
sulla base di 2 voto/i
3.75/5

Thor: The Dark World

RANKING
917° su 2562 in Generale
32° su 126 in Fantastico
20132 h 00 min
Trama

Nel Regno di Asgard, governato da Odino, Loki viene rinchiuso in prigione, mentre suo fratello Thor si batte per proteggere il suo popolo dalle aggressioni di creature ostili. Nel frattempo, a Londra, l’astrofisico Jane Foster e la sua assistente Darcy Lewis si recano in una vecchia fabbrica abbandonata, che scoprono essere la sede di un passaggio fra due mondi; qui Jane entra in contatto con il misterioso potere dell’Aether.

Metadata
Regista Alan Taylor
Titolo originale Thor: The Dark World
Data di uscita 20 Novembre 2013
Nazione U.S.A.
Durata 2 h 00 min
Trailer
Thor - The dark world

Dopo il successo del primo “Thor”, diretto da Kenneth Branagh nel 2011, e dopo il trionfale risultato del mega-blockbuster “The Avengers”, che l’anno scorso ha visto i celebri supereroi della Marvel riuniti sotto le stesse insegne contro un comune nemico, il prode Thor, impersonato dal trentenne australiano Chris Hemsworth, torna a furoreggiare nelle sale con un nuovo capitolo cinematografico interamente dedicato alle sue imprese: “Thor – The dark world”. E ritorna, com’è ovvio, anche il suddetto “comune nemico” dei Vendicatori, ovvero quel Loki che, con il suo beffardo umorismo, continua immancabilmente a rubare la scena al vero protagonista, grazie all’indiscutibile merito del giovane e talentuoso attore inglese Tom Hiddleston.

Alla regia, dopo la partenza di Branagh, troviamo l’americano Alan Taylor, attivissimo soprattutto in Tv sui set di serie come “I Soprano”, “Mad men” e soprattutto “Il trono di spade”, di cui “Thor – The dark world” riprende certe atmosfere ancestrali e varie suggestioni fantasy, da sempre legate del resto all’eroe portato nel mondo dei fumetti dal leggendario Stan Lee (che compare nel suo immancabile cameo). Ambientato ancora una volta a cavallo fra il Regno di Asgard e il pianeta Terra, “Thor – The dark world” ripropone in maniera pressoché inalterata la formula che ha garantito – e continua a garantire – lauti incassi e un vasto consenso di pubblico ai vari titoli di casa Marvel: un efficace amalgama fra ironia e divertimento ed i toni epici dei film di supereroi, conditi dall’inevitabile corredo di relativa iconografia di riferimento (nel caso specifico, una fusione fra l’antica mitologia nordica e le avventure legate ai Nove Regni) e dalle imponenti sequenze d’azione che si avvalgono dell’ausilio del 3D. Rispetto al film del 2011, in cui l’accento era posto sulla straniante presenza di Thor in un contesto contemporaneo, con tutti gli equivoci e le gag del caso, la pellicola di Alan Taylor preme ancor di più il pedale sulla spettacolarità, sulle atmosfere fanta-medievali di Asgard e su quelle cupe ed apocalittiche di Svartálfar, regno dei nuovi avversari di Thor, Malekith (Christopher Eccleston) e Algrim (Adewale Akinnuoye-Agbaje).

Per il resto, dunque, poco o niente di nuovo: tutto procede come da copione, compreso il subplot romantico (ma mai davvero approfondito) tra il figlio di Odino (Anthony Hopkins) e la giovane scienziata Jane Foster (Natalie Portman), oltre ai siparietti più comici affidati alle consuete figure di contorno, fra cui il dottor Erik Selvig di Stellan Skarsgård, e una fulminante comparsata di Chris Evans nei panni di Capitan America. Ce n’è abbastanza, insomma, per far uscire soddisfatti dalla sala i numerosi fan del biondissimo dio del tuono, come sempre armato del suo gigantesco martello; a patto di soprassedere su qualche passaggio più “oscuro” della costruzione narrativa, incluso il colpo di scena dell’ultima sequenza, che rimanda inevitabilmente ad un prossimo capitolo cinematografico della saga di “Thor”. Durante i titoli di coda, occhio alla “scena a sorpresa” che anticipa il prossimo blockbuster targato Marvel, “Guardians of the Galaxy”, in arrivo nel 2014.

Voto dell’autore:3.7 / 5

The following two tabs change content below.
Loading...