Traitor - Recensione


Voto staff filmedvd

Film considerato da vedere
sulla base di 1 voto/i
3.60/5

Traitor

RANKING
1260° su 2562 in Generale
8° su 13 in Spionaggio
20081 h 54 min
Trama

L'agente dell'FBI Roy Clayton sta indagando su una cospirazione mondiale a scopo terroristico. Tutti gli indizi sembrano collegare l'agente infiltrato Samir Horn con una serie di fatti: un'evasione da una prigione dello Yemen, un bombardamento a Nizza ed una incursione a Londra. Clayton comincia a sospettare che Horn sia in realtà un soldato nemico e inizia a seguire Horn in giro per il mondo; non si darà pace sino a quando non scoprirà la verità...

Metadata
Titolo originale Traitor
Data di uscita 16 Giugno 2019
Nazione U.S.A.
Durata 1 h 54 min
Attori
Cast: Don Cheadle, Guy Pearce, Neal McDonough, Saïd Taghmaoui, Alyy Khan, Raad Rawi, Hassam Ghancy, Mozhan Marnò, Adeel Akhtar, Archie Panjabi, Jonathan Walker, Jeff Daniels, Alexandra Castillo, Lorena Gale, Scali Delpeyrat, Mehdi Ortelsberg, Aizoun Abdelkader
Trailer

No trailer added for this movie.

Traitor

“Traitor”, ovvero “traditore”, fa riferimento al protagonista di questa storia ideata nientemeno che da Steve Martin (fra i produttori della pellicola): Samir Horn (Don Cheadle), questo il suo nome, è difatti un personaggio che sembra aver tradito i propri principi religiosi ed il proprio stato d’adozione (gli USA) per intraprendere la poco rispettabile carriera di terrorista. Un “sembra” che è d’obbligo quando ci si trova davanti ad uno spy-thriller dove, come si sa, è improbabile che manchino doppiogiochisti e talpe, e in cui la verità può essere tenuta nascosta anche a costo di grandi sacrifici.

Diretto e scritto da Jeffrey Nachmanoff, sceneggiatore di “The day after tomorrow”, “Traitor” è un’opera che sa giocare bene le sue carte regalando uno spettacolo teso e coinvolgente. Vincente risulta l’idea di seguire la difficile lotta al terrorismo sia dalla parte americana, con le indagini dell’agente dell’FBI Roy Clayton (Guy Pearce), che dalla parte dei fondamentalisti islamici, seguendo da vicino Samir nella sua graduale scalata in un gruppo terroristico. Ciò evita facili catalogazioni fra “buoni” e “cattivi”, restituendoci una prospettiva più ampia. Fra le righe dello script sorge poi una interessante domanda, ovvero quanto è lecito spingersi nella lotta al male con metodi non convenzionali e quali sono i confini che si possono ritenere invalicabili? Una domanda che potrebbe essere rigirata ad entrambe le fazioni.

Bene regia e montaggio, capaci di saltare fra lo Yemen, gli Stati Uniti ed il Canada senza far perdere la bussola allo spettatore, ed il cast, in cui va segnalato il sempre capace Don Cheadle. In conclusione, “Traitor” è un prodotto di buona efficacia in cui i temi di attualità non risultano sviliti da esigenze di spettacolo ma lo arricchiscono.

Voto dell’autore:3.6 / 5

The following two tabs change content below.
Chi sono? Bella domanda sicuramente meglio della risposta che vi riporto di seguito. Sono un ragazzo di 32 anni di professione Ingegnere, appassionato soprattutto di cinema e che ha trovato nel collezionare i Dvd il più naturale sfogo alla sua passione. Nel tempo libero non c'è attività che superi il guardarmi un bel film sopra una comoda poltrona (forse solo una partita di calcetto).

Ultimi post di Manuel Celentano (vedi tutti)

Loading...