Transformers 3 - Recensione


Voto staff filmedvd

Film considerato passabile
sulla base di 3 voto/i
3.23/5

Transformers 3

RANKING
1830° su 2562 in Generale
88° su 133 in Fantascienza
20112 h 33 min
Trama

Nonostante abbia salvato il pianeta ed abbia ricevuto una medaglia dal Presidente Obama, il giovane Sam Witwicky, che nel frattempo si è trasferito a Washington insieme alla sua nuova fidanzata, Carly Spencer, non riesce a trovare un impiego soddisfacente. Alla fine il ragazzo accetta un lavoro come portalettere nell’azienda di Bruce Brazos, ma presto gli Autobot avranno di nuovo bisogno del suo aiuto.

Metadata
Regista Michael Bay
Titolo originale Transformers: Dark of the Moon
Data di uscita 29 Giugno 2011
Nazione U.S.A.
Durata 2 h 33 min
Attori
Cast: Shia LaBeouf, John Malkovich, Ken Jeong, Frances McDormand, Josh Duhamel, Tyrese Gibson, Hugo Weaving, Leonard Nimoy, John Turturro, Rosie Huntington-Whiteley, Patrick Dempsey, Alan Tudyk, Peter Cullen, Glenn Morshower, Charlie Adler, Robert Foxworth, James Remar, Frank Welker, Jess Harnell, Tom Kenny, Reno Wilson, Ron Bottitta, Scott Krinsky, John DiMaggio, Julie White, Kevin Dunn, Keith Szarabajka, George Coe, Derek Miller, David Hill
Trailer
Transformers 3

A quattro anni di distanza dal successo mondiale del primo “Transformers” e dopo la pioggia di Razzie Award raccolti dal deludente “Transformers – La vendetta del caduto”, il regista e produttore Michael Bay torna per la terza volta a dedicarsi ai poderosi robot diventati famosi negli Anni ’80 grazie ad una linea di giocattoli della Hasbro. In “Transformers 3”, Bay riprende così il racconto della guerra fra i simpatici Autobot e i terribili Decepticon, mischiando però in questa occasione la finzione narrativa con la storia dell’esplorazione lunare e focalizzandosi su ciò che (per citare i Pink Floyd) si nasconde sul “lato oscuro” della Luna.

Fedele alla propria idea di cinema come mega-spettacolo di puro intrattenimento, e forte del gigantismo produttivo che contraddistingue tutte le sue pellicole (anche stavolta il budget del film si aggira attorno ai 200 milioni di dollari), Michael Bay non ci risparmia nulla, mettendo in piedi un colosso a base di tecnologia ed effetti speciali tanto imponente quanto rumoroso. Il giovane Shia LaBeouf, protagonista della saga dei Transformers, riprende efficacemente il ruolo del giovane Sam Witwicky, fedele amico degli Autobot, e si dimostra in grado di sorreggere tutta la prima metà del film grazie alla vivace autoironia del proprio personaggio. Purtroppo, dopo una prima parte divertente e ricca di brio, lo schermo viene occupato quasi esclusivamente dalle gigantesche macchine-robot, impegnate in una guerra all’ultimo sangue (anzi, all’ultimo bullone) fra i grattacieli di una Chicago in rovine, ridotta ad uno spaventoso campo di battaglia.

Ed è appunto in questa seconda sezione del film che Michael Bay si fa prendere la mano, puntando su una spettacolarità rutilante ma decisamente eccessiva, tutta costruita sugli innegabili prodigi visivi del 3D ma incapace di approfondire gli sviluppi della storia. La narrazione si risolve così in un interminabile scontro fra Autobot e Decepticon, che rischierà di annichilire perfino gli spettatori più pazienti e che porta la pellicola ad oltrepassare le due ore e mezza di durata, laddove invece sarebbe stata auspicabile una pesante “sforbiciata” in fase di montaggio. Nel cast, al fianco di LaBeouf, liquidata Megan Fox troviamo l’esordiente Rosie Huntington-Whiteley, la cui presenza nel film risulta puramente decorativa (impressionante come la donzella riesca a uscire indenne dalla distruzione di una città senza un singolo capello fuori posto). Confermati invece John Turturro, Josh Duhamel e Tyrese Gibson, ai quali si aggiungono l’infido Patrick Dempsey e la grintosa Frances McDormand, oltre ad un sopraffino John Malkovich, costretto nel troppo breve ruolo dell’eccentrico capo-ufficio di Sam; e c’è perfino spazio per un cameo dell’astronauta Buzz Aldrin.

Voto dell’autore:3.0 / 5

The following two tabs change content below.
Loading...