Una notte da leoni 2 - Recensione


Voto staff filmedvd

Film considerato da vedere
sulla base di 2 voto/i
3.55/5

Una notte da leoni 2

RANKING
1336° su 2562 in Generale
183° su 453 in Commedia
20111 h 40 min
Trama

Alan, Phil e Doug vanno al matrimonio di Stu che si terrà in Thailandia. Si risvegliano il mattino dopo a Bangkok senza trovare più il fratello della neo-moglie di Stu, il sedicenne Teddy. Doug è sano e salvo e si trova nel resort destinato ad ospitare il matrimonio, e non sa come i suoi amici possano aver fatto ad arrivare a Bangkok. Come per il matrimonio di Doug, dovranno ricostruire gli eventi della nottata per ritrovare Teddy...

Metadata
Regista Todd Phillips
Titolo originale The Hangover Part II
Data di uscita 27 Maggio 2011
Nazione U.S.A.
Durata 1 h 40 min
Attori
Cast: Bradley Cooper, Ed Helms, Zach Galifianakis, Justin Bartha, Ken Jeong, Paul Giamatti, Mike Tyson, Jeffrey Tambor, Mason Lee, Jamie Chung, Sasha Barrese, Gillian Vigman, Aroon Seeboonruang, Nirut Sirichanya, Yasmin Lee, Nick Cassavetes, Sondra Currie, Bryan Callen, Brody Stevens, Michael Berry Jr., Andrew Howard, Penpak Sirikul, Crystal the Monkey
Trailer
Una notte da leoni 2

“Una notte da leoni” è stato senza dubbio uno dei successi cinematografici più fulminanti del 2009: basti pensare che la commedia, diretta da Todd Phillips, incassò qualcosa come 467 milioni di dollari a fronte di un budget di 35 milioni. Difficile per produttori e regista resistere alla tentazione di farne un sequel, e dunque ecco di nuovo riuniti in “Una notte da leoni 2” i protagonisti della spassosa avventura in quel di Las Vegas, Bradley Cooper, Ed Helms e Zach Galifinakis, per un’altra notte da leoni, questa volta però molto lontano da casa, nell’esotica e tentacolare Thailandia.

I modi per affrontare un seguito sono ovviamente molteplici: quello scelto da Phillips è di riproporre la struttura narrativa del primo film cambiando però personaggi di contorno e location; per intenderci, la medesima operazione che attuò Chris Columbus con il seguito di “Mamma, ho perso l’aereo”, dove la comicità che veniva meno dall’effetto sorpresa era compensata da quella di rivedere le stesse situazioni con i protagonisti consci dell’esperienza precedente. Alla fine della fiera sembra che il regista abbia fatto la scelta giusta, visto come lo spettacolo riesca a divertire senza dare la sensazione di esagerare e svilire i beniamini del primo episodio. Con questo non voglio dire che le situazioni rappresentate non siano folli, anzi alcune lo sono di più che del primo film, ma non si arriva ad esclamare “che stronzata!”.

I tre protagonisti poi appaiono ancor più affiatati che nella precedente avventura, e l’Alan di Galifinakis si dimostra ancora il campione del trio in termini di comicità. Va detto però che il finale non è proprio dei più soddisfacenti e l’ambientazione pare un po’ caricaturale; anche perché Bangkog, che Phillips comunque non utilizza come una mera cartolina, non ha certo quell’aurea di città del divertimento propria di Las Vegas. Ma alla fine dei conti si ride pressappoco come nel primo episodio e non si esce dal cinema delusi: un ottimo risultato per qualsiasi sequel.

Voto dell’autore:3.5 / 5

The following two tabs change content below.
Chi sono? Bella domanda sicuramente meglio della risposta che vi riporto di seguito. Sono un ragazzo di 32 anni di professione Ingegnere, appassionato soprattutto di cinema e che ha trovato nel collezionare i Dvd il più naturale sfogo alla sua passione. Nel tempo libero non c'è attività che superi il guardarmi un bel film sopra una comoda poltrona (forse solo una partita di calcetto).

Ultimi post di Manuel Celentano (vedi tutti)

Loading...