Una notte da leoni 3 - Recensione


Voto staff filmedvd

Film considerato passabile
sulla base di 2 voto/i
2.75/5

Una notte da leoni 3

RANKING
2256° su 2562 in Generale
379° su 453 in Commedia
20131 h 40 min
Trama

Da Los Angeles a Tijuana in Messico e di nuovo a Las Vegas: Doug Billings viene rapito e tenuto in ostaggio da un certo Marshall. Quest’ultimo è un criminale che ha un conto in sospeso con Leslie Chow, e solo i suoi amici Phil Wenneck, Stu Price e Alan Garner possono riuscire nell’impresa di trovarlo e consegnarlo a Marshall per salvare la vita a Doug.

Metadata
Regista Todd Phillips
Titolo originale The Hangover Part III
Data di uscita 30 Maggio 2013
Nazione U.S.A.
Durata 1 h 40 min
Attori
Cast: Bradley Cooper, Ed Helms, Zach Galifianakis, Justin Bartha, Ken Jeong, John Goodman, Melissa McCarthy, Jeffrey Tambor, Heather Graham, Mike Epps, Sasha Barrese, Jamie Chung, Sondra Currie, Gillian Vigman, Oliver Cooper, Mike Vallely, Grant Holmquist, Oscar Torre, Billy Choi, Jonny Coyne
Trailer
Una notte da leoni 3

“Una notte da leoni 3” rappresenta il capitolo finale della saga di successo targata Todd Phillips. Nel 2009, portando con sé una ventata d’aria fresca, uscì “Una notte da leoni”, seguito successivamente e rimarcando la stessa tipologia narrativa e d’impostazione cinematografica da “Una notte da leoni 2”. Per il regista e i produttori, rischiare di replicare per la terza volta la stessa struttura non è sembrato opportuno, e così hanno deciso di stravolgere la forma del film già in fase di stesura della sceneggiatura. Sta di fatto che in “Una notte da leoni 3” ci troviamo di fronte ad una struttura narrativa in cui, a differenza delle due opere precedenti, si mette in risalto la psicologia dei personaggi in tutte le loro sfumature, nelle loro certezze e nelle loro incertezze: in particolare per quanto riguarda Alan, ancora una volta principale mattatore comico che accompagna in tutto l’arco del film l’azione dei protagonisti.

Phil e di Stu, impersonati da Bradley Cooper ed Ed Helms, fanno da spalla ad un eccelso Zach Galifianakis; in particolar modo Helms ancora una volta riesce ad innestare con Galifianakis un rapporto d’amore / odio che ricorda marcatamente il rapporto tra Eric Cartman e Kyle Broflovski in “South Park”. Bradley Cooper invece è colui che tiene in mano le redini della fase action della pellicola, riservandosi però più di una parentesi di pura comicità. A fronte di ciò è da considerare tuttavia che se i primi due capitoli erano costituiti da un susseguirsi di vicende con l’unico pretesto di dare sfogo ad un’abile comicità trash e dirompente, in questo terzo capitolo si è dato spazio invece ad una comicità più docile e scanzonata ma meno graffiante ed irriverente. Il regista e gli sceneggiatori hanno comunque tenuto in considerazione i due film precedenti, citati deliberatamente in più di un’occasione, offrendo forse un eccessivo risalto alle location, con una Las Vegas ancora una volta teatro di catastrofici eventi per i nostri inconsueti eroi.

“Una notte da leoni 3” è quindi un film che tende nel complesso a distaccarsi dai due episodi precedenti: un distacco che sicuramente influirà in maniera negativa sul pubblico. Ma non potendo riproporre per la terza volta di fila un format già usato, gli sceneggiatori hanno dovuto realizzare qualcosa di differente, di cui purtroppo, tuttavia, neanche i più grandi estimatori della trilogia riusciranno ad apprezzare il senso ed il contenuto. La causa di tali difetti è da attribuire a soluzioni narrative poco funzionali (il cui unico scopo è quello di accompagnare i tre protagonisti verso il saluto finale nei confronti del pubblico) e poco interessanti, durante le quali per gli spettatori è difficile non sbadigliare. Insomma, questa volta purtroppo la comicità dei nostri tre eroi sembra aver fatto un buco nell’acqua…

Voto dell’autore:2.3 / 5

The following two tabs change content below.
Loading...