Valerian e la città dei mille pianeti - Recensione

Voto staff filmedvd

Film considerato passabile
sulla base di 1 voto/i
2.50/5

Valerian e la città dei mille pianeti

RANKING
2138° su 2323 in Generale
112° su 122 in Fantascienza
20172 h 17 min
Trama

Nell’anno 2740, Valerian e Laureline sono Corpi Speciali incaricati dal governo di mantenere l’ordine in tutto l’universo. Seguendo gli ordini del loro comandante, Valerian e Laureline si imbarcano per una missione nella città intergalattica di Alpha, metropoli in continua espansione e dimora di migliaia di specie diverse provenienti da ogni angolo della galassia. Questa importante e storica città è sotto l’attacco di un nemico sconosciuto. Valerian e Laureline dovranno combattere contro il tempo per trovare l’origine di questa forza maligna e fermarla prima che distrugga l'universo.

Metadata
Regista Luc Besson
Titolo originale Valerian and the City of a Thousand Planets
Data di uscita 21 settembre 2017
Nazione Francia
Durata 2 h 17 min
Attori
Cast: Dane DeHaan, Cara Delevingne, Clive Owen, Rihanna, Ethan Hawke, Herbie Hancock, Kris Wu, Rutger Hauer, John Goodman, Elizabeth Debicki, Sam Spruell, Alain Chabat, Thom Findlay, Mathieu Kassovitz, Jonas Bloquet, Sand Van Roy, Sasha Luss, Louis Leterrier, Olivier Megaton, Sam Douglas, Aymeline Valade, Diva Cam, Eric Lampaert, Alexandre Willaume-Jantzen, Gavin Drea, Réginal Kudiwu, David Michie, Marion Roussignol, Emilie Pommelet, Roman Blomme, Emilie Livingston, Alexandre Nguyen, Aurelien Gaya, Mikael Buxton, Yun Lai, Anders Heinrichsen, Tristan Robin, Yun-Ping He, James Flynn, David Clark, Ben Mauro, Jean-François Lenogue, Peter Eberst, Peter Hudson, Xavier Giannoli, Eric Rochant, Benoît Jacquot, Gérard Krawczyk, Pierre Cachia, David Saada, Hippolyte Burkhart-Uhlen, Florian Guichard, Stéphane Mir, Thierry Barthe, Pier Ewudu, Andrew Tisba, Yannick Lorté, Charly Akakpo, Clément Beauruelle, Audrey Kamp, Anthony Hornez, Julien Bleitrach, Maxime Babara Touré, Pauline Hoarau, Barbare Weber Scaff, Marilhéa Peillard, Lee Delong, Judith Brunett, Marie Barrouillet, Cindy Bruna, Sija Titko, Daphnée Kbidi, Nick Marzock, Ola Rapace, Stefan Konarske, Mahamadou Coulibaly, Julien Marlin, Yvan Lucker, Tom Hygreck, Abel Jafri, Laurent Ferraro, Jean-Robert Lombard, Leonid Glushchenko, Akim Chir, Laminé Ba, Paul Lefèvre, Guillaume Maison, Jean-Christophe Brizard, Patrick Cottet-Moine, Irene Palko, Tonio Descanvelle, Velvet D'Amour, Doug Rand, Grant Moninger, Robbie Rist, Christopher Swindel, Claire Tran, Alain Etoundi, Fayet Nsumoto, Kristina Kachinskaya, Veronika Khayla, Sissi Duparc, Noam Frost, Pauline Serreau, Philippe Rigot, Étienne Ménard, Peter Lamarque, Maximilien Seweryn, Zouheir Zerhouni, Tristan Zerbib, Elliot Jenicot, Staiv Gentis, Chloe Hollings, Aguendia Fotabong, Tania Dessources, Gaëtan Cotigny, François Bredon, Cédric Chevalme
Trailer

Basato sul fumetto francese dal titolo “Valerian” (“Valérian et Laureline” il titolo originale) di Pierre Christin e Jean-Claude Mézièries, “Valerian e la città dei mille pianeti” è il film che segna il ritorno di Luc Besson al cinema di fantascienza postmoderna, a vent’anni di distanza da “Il quinto elemento”. Il risultato è uno sci-fi che punta in alto, ma che inesorabilmente sprofonda nel calderone dei prodotti innocui, regalando buone sequenze d’intrattenimento e mantenendo nel complesso un ritmo discreto, anche se discontinuo, e in grado di divertire. Peccato che il film non riesca a raggiungere quei livelli che ci si aspetterebbe da un regista come Besson, artefice di una carriera che negli ultimi anni ha mostrato pochissimi picchi e molte delusioni. Le atmosfere kitsch e dozzinali, una certa confusione nella struttura narrativa e un cast mal assortito, con attori di talento sprecati (su tutti Ethan Hawke e Rutger Hauer, ma convince poco anche il ruolo affibbiato a Clive Owen) che stonano con un duo di protagonisti fuori parte: difetti troppo eclatanti per poter giudicare positivamente il film. Il discreto Dane DeHaan e un’insipida Cara Delevingne dimostrano tuttavia una buona alchimia, e alcuni passaggi ironici spiccano in mezzo a dialoghi che scadono troppo spesso nel banale.

Paradossalmente il personaggio più interessante è quello di Bubble, interpretato dalla popstar Rihanna, nonostante risulti anch’esso decisamente sacrificato dal copione. L’impressione è che Besson abbia tentato di strizzare l’occhio ad un pubblico adolescenziale senza riuscire a dare spessore e corpo ad una storia davvero troppo scontata e schematica. L’opera più costosa nella storia del cinema francese, per la quale Besson è riuscito a raggranellare 180 milioni di dollari di budget (ma reduce da un clamoroso flop sul mercato statunitense), si rivela dunque un film povero sia dal punto di vista visivo, scomparendo le interessanti intuizioni che quantomeno caratterizzavano “Il quinto elemento”, sia da quello drammaturgico, sfiorando a varie riprese il ridicolo. I fan di Besson potranno apprezzarlo per la sua natura di film estroso a dispetto delle numerose fragilità, ma “Valerian e la città dei mille pianeti” rimane nel complesso una pellicola scialba e poco convincente, che conferma la mancata inversione di tendenza da parte del cineasta francese, in passato capace portare sul grande schermo titoli ben più incisivi (“Léon” e “Nikita” su tutti) o pellicole imperfette ma comunque affascinanti; “Valerian e la città dei mille pianeti”, purtroppo, non rientra in alcuna di queste categorie.

Voto dell’autore:2.5 / 5

The following two tabs change content below.

Ultimi post di Davide Sica (vedi tutti)

Loading...
  • diego

    Credo sinceramente che il film faccia il suo in modo più che dignitoso. Visimante è ben riuscito ed in alcuni frangente riesce grazie alle immagini a trasmettere qualcosa allo spettatore. I punti dolente arrivano dalla sceneggiatura e soprattutto nella costruzione dei personaggi. Tutto sommato, dal mio punto di vista l’opera funziona e senza raggiungere chissà che risultati regala poco più di 2 ore di discreto cinema di intrattenimento. voto 3/5