W.E. - Edward e Wallis - Recensione


Voto staff filmedvd

Film considerato passabile
sulla base di 2 voto/i
3.25/5

W.E. - Edward e Wallis

RANKING
1805° su 2562 in Generale
182° su 241 in Sentimentale
20111 h 59 min
Trama

Wally è una giovane donna di New York sposata con William Winthrop, un famoso dottore della città. Il loro matrimonio, per quanto pubblicamente invidiabile, non va a gonfie vele, e Wally, alla ricerca di una via di fuga mentale e fisica, si imbatte nella romantica storia di re Edoardo VIII, che negli anni ’30 abdicò al trono per amore di Wallis Simpson.

Metadata
Regista Madonna
Titolo originale W.E.
Data di uscita 8 Giugno 2012
Nazione Gran Bretagna
Durata 1 h 59 min
Attori
Cast: Abbie Cornish, Andrea Riseborough, James D'Arcy, Richard Coyle, David Harbour, James Fox, Judy Parfitt, Haluk Bilginer, Geoffrey Palmer, Natalie Dormer, Laurence Fox, Douglas Reith, Katie McGrath, Christina Chong, Oscar Isaac
Trailer
W.E. - Edward e Wallis

Dopo l’uscita nel 2008 di “Sacro e profano”, Madonna si cimenta in un secondo lungometraggio da regista, “W.E. – Edward e Wallis”, incentrato sull’appassionante storia d’amore che negli anni ’30 portò re Edoardo VIII ad abdicare a favore del fratello Alberto, divenuto poi Giorgio VI, il famoso re balbuziente. Per portare sulla scena lo scandalo che coinvolse la famiglia reale in quegli anni turbolenti, Madonna ha deciso di costruire la trama sulla base delle vicende di due donne: Wallis Simpson, amante del re, e Wally Winthrop, giovane donna newyorkese estremamente affascinata dalla loro storia d’amore. A distanza di quasi sessant’anni, i sentimenti delle due donne rivivono sotto lo sguardo attento di una telecamera spesso febbrile, così assetata di sguardi e di immagini da perdere in alcuni punti le redini della narrazione.

Ma nonostante questi sbalzi, dovuti probabilmente ad un’inadeguata padronanza registica, Madonna ci offre alcuni splendidi primi piani che rappresentano fino in fondo il tormentoso amore che coinvolge entrambe le figure femminili. Infatti, nonostante Wally sia convinta che la storia di Wallis sia una splendida favola, quest’ultima è costretta ad affrontare il peso di un’opinione pubblica ostile e piena di pregiudizi, gli stessi per il quale il suo amore non può giungere ai vertici reali. Nel tentativo di fuggire dal suo profondo dolore la giovane Wally, che si presenta quotidianamente all’asta degli oggetti che furono in possesso della coppia reale, conosce un’affascinante guardia russa di nome Evgeni, con la quale intraprenderà una relazione ben diversa da quella violenta ed egoista che conduce col marito.

Nonostante la critica non abbia di certo apprezzato il lavoro della celebre pop-star, il tentativo di Madonna di intrecciare l’originalità della trama con la sua personale lotta femminile contro il dolore e i fantasmi della solitudine non cade in un autobiografismo chiuso e ristretto. Il viso di porcellana, gli occhi vuoti e i vestiti eleganti di Wally sono l’esteriorizzazione del suo dramma interiore, dell’impossibilità di essere compresa, specialmente dall’uomo che ama. Anche Madonna ha affermato di essere stata spesso giudicata dallo stesso mondo che diceva di venerarla. Ma oltre alle critiche maligne e ai dissensi riguardo ad una regia spesso banale, rimane una scena, bellissima e commovente, che si permette di andare oltre il muro delle critiche: re Edward, ormai malato, chiede ad una dolce e anziana Wallis di ballare ancora una volta per lui. E lei balla, un po’ ingobbita, con la forza del’amore, finalmente, a sostenerla.

Voto dell’autore:3.7 / 5

The following two tabs change content below.

Ultimi post di Luisa Colombo (vedi tutti)

Loading...