Warrior - Recensione


Voto staff filmedvd

Film considerato da vedere
sulla base di 6 voto/i
4.02/5

Warrior

RANKING
326° su 2562 in Generale
147° su 732 in Drammatico
20111 h 39 min
Trama

Due fratelli, Brendan e Tommy, che non si parlano e non si vedono da anni, un padre, Paddy Conlon, artefice della disapora familiare a furia di botte e notti ubriache, e un gigantesco torneo di arti marziali miste con un primo premio di cinque milioni di dollari. Entrambi ex prodigi della lotta greco-romana, i fratelli Conlon si ritrovano tra i migliori sedici del pianeta, coinvolti nel torneo che per ognuno dei due può essere la salvezza dal baratro…

Metadata
Regista Gavin O'Connor
Titolo originale Warrior
Data di uscita 4 Novembre 2011
Nazione U.S.A.
Durata 1 h 39 min
Attori
Cast: Tom Hardy, Jennifer Morrison, Nick Nolte, Joel Edgerton, Frank Grillo, Kevin Dunn, Maximiliano Hernandez, Bryan Callen, Sam Sheridan, Jake McLaughlin, Vanessa Martinez, Denzel Whitaker, Carlos Miranda, Nick Lehane, Laura Chinn, Fernando Chien, Noah Emmerich, Kurt Angle, Daniel Stevens, Panuvat Anthony Nanakornpanom, Hans Marrero, Anthony Tambakis, Jace Jeanes, Richard Fike, Aaron Kleiber, Rashad Evans, Jeff Hochendoner, Jason Baker, Jason Botsford, Kevin Christy, Sam Harris, William Kania, Tiffany Kemp, Roman Mitichyan, Rick Montgomery Jr., Jeffrey Mowery, Gavin O'Connor, Brenna Roth, Michelle Vezzani
Trailer
Warrior

C’è chi combatte per riscattarsi e chi combatte per necessità: ed è proprio su questo presupposto che si basa la storia di “Warrior”, che ci racconta le complicate vite parallele di due fratelli, Brendan e Tommy Conlin, i quali, dopo molti anni di lontananza, si ritrovano uno di fronte all’altro sul ring, pronti a sfidarsi. Alla regia c’è quel Gavin O’Connor già esperto nel raccontare sia storie sullo sport, lo ricordiamo infatti dietro la macchina da presa nel film “Miracle”, sia storie di fratelli in contrapposizione, come “Pride and glory” del 2008.

O’Connor riesce a produrre un ottimo lavoro, ben curato sotto diversi aspetti. In primo luogo il film convince dal punto di vista tecnico, con una regia ed un montaggio sempre incalzanti e che, in particolare nelle riprese sul ring, risultano di forte impatto visivo anche grazie all’utilizzo della telecamera a spalla. Ma l’opera regge anche sul piano dei contenuti: troviamo infatti una sceneggiatura che, nonostante l’unico neo di un soggetto poco originale e dallo sviluppo forse un po’ banale, ha sicuramente il merito di costruire i tre personaggi principali, vero fulcro del film, in modo esemplare in tutte le loro sfaccettature. Due fratelli e un padre divisi da sentimenti di delusione e rabbia reciproci, ma tutti e tre consapevoli del fatto che solamente attraverso il ricongiungimento di ciò che resta della famiglia troveranno un po’ di serenità. Personaggi fra l’altro ben interpretati dai vari attori, con una menzione particolare per Nick Nolte, in grandissima forma e veramente molto efficace nell’entrare nella parte del padre “sgangherato” dei due fratelli Conlon.

In poche parole, “Warrior” si presenta come uno dei più classici drammi familiari, dove per tutti è possibile avere una seconda opportunità. Inutile dire che in diverse circostanze il film ricorda altri classici di questo genere, dall’ormai cult “Rocky” al più recente “The fighter”. In questo caso però si è voluto spingere di più sulla potenza dei sentimenti negativi, la rabbia e la frustrazione che pervadono i protagonisti, ottenendo un risultato dal buon impatto emotivo; con la certezza che, durante la visione del film, tra gli spettatori più sensibili possa scendere anche qualche lacrimuccia.

Voto dell’autore:4.1 / 5

The following two tabs change content below.

Ultimi post di Diego Uberti (vedi tutti)

Loading...