Breve descrizione del genere Sentimentale

Scheda film

In moltissime pellicole, il rapporto d’amore tra i personaggi rappresenta uno degli aspetti fondamentali della trama; il genere sentimentale (in inglese romance film) si distingue però dagli altri perché riguarda tutti quei film nei quali l’amore è il tema dominante e centrale dell’intera storia, attorno al quale ruotano le vicende dei vari protagonisti. I film sentimentali si suddividono poi in diversi sottogeneri, tra cui il melodramma, un dramma sentimentale regolato da precise convenzioni, e il weepy (il cosiddetto “film strappalacrime”), in cui prevale l’intento di commuovere lo spettatore.

Nella storia del cinema, il genere sentimentale ha sempre mantenuto una vasta popolarità presso il pubblico, dal momento che l’elemento romantico è presente (in misura più o meno ampia) in quasi tutti i film. Le pellicole sentimentali possono avvicinarsi di più alla commedia o al dramma; esistono comunque dei fattori ricorrenti quali la ricerca del vero amore e il rapporto (talvolta contrastato) fra due partner, ma con un’infinità di varianti e la possibilità di avere un tradizionale happy ending o la separazione finale dei due innamorati. In un gran numero di casi, i film sentimentali sono tratti da opere letterarie.

Nel cinema americano, i primi esempi del melodramma si hanno già all’epoca del muto, con opere come Giglio infranto e Aurora. Con l’avvento del sonoro, se da una parte il genere sentimentale si è intrecciato alla screwball-comedy (Accadde una notte, L’orribile verità, Scandalo a Filadelfia), dall’altra la produzione di struggenti melodrammi letterari – primi fra tutti Via col vento di Victor Fleming e La voce nella tempesta di William Wyler, entrambi del 1939 – è stata favorita dal grande successo di dive quali Greta Garbo (Anna Karenina, Margherita Gauthier) e Bette Davis (Schiavo d’amore, Tramonto, Perdutamente tua).

Nei decenni successivi sono stati prodotti altri famosi film romantici: dall’indimenticabile Casablanca di Michael Curtiz a titoli quali Prigionieri del passato, Breve incontro, L’amore è una cosa meravigliosa e Un amore splendido (remake di Un grande amore). Gli Anni ’50, inoltre, hanno assistito allo straordinario sviluppo del melodramma classico hollywoodiano, soprattutto grazie all’opera dei registi Douglas Sirk (Come le foglie al vento), Joshua Logan (Picnic, Sayonara) ed Elia Kazan (Splendore nell’erba), senza dimenticare il kolossal Il dottor Zivago di David Lean. Nel frattempo, fra le nuove eroine del cinema sentimentale si è affermata Audrey Hepburn, protagonista di Vacanze romane, Sabrina e Colazione da Tiffany.

Dagli Anni ’70 in poi, accanto ai tradizionali film d’amore quali Love Story, Come eravamo, Io e Annie, Ufficiale e gentiluomo, La mia Africa e Stregata dalla luna, si è imposto il sottogenere del melodramma familiare (Sul lago dorato, Voglia di tenerezza) e dei film adattati dai classici della letteratura (Messaggero d’amore, Camera con vista, L’età dell’innocenza, Ragione e sentimento), oltre a una serie di fortunate commedie sentimentali interpretate da attrici come Julia Roberts (Pretty woman) e Meg Ryan (Harry ti presento Sally, Insonnia d’amore).

Il sentimentale è, per tradizione, uno dei generi più popolari anche nel cinema francese, che nel corso degli anni ha prodotto titoli quali Amanti perduti di Marcel Carné, Un uomo, una donna di Claude Lelouch e La signora della porta accanto di François Truffaut; meno diffuso invece in Italia, dove è stato spesso declinato in chiave di commedia, mentre per il cinema orientale si può citare In the mood for love di Wong Kar-wai. Tra le più importanti pellicole romantiche degli ultimi anni si ricordano Ghost, Il principe delle maree, I ponti di Madison County, i pluripremiati kolossal Il paziente inglese di Anthony Minghella e Titanic di James Cameron, la commedia in costume Shakespeare in love e, più di recente, I segreti di Brokeback Mountain di Ang Lee, nel quale viene trattato il tema dell’amore omosessuale, e il dramma letterario Espiazione.

Guarda la classifica dei migliori film di Sentimentale

Film del genere Sentimentale in archivio

Cuori puri

3.30/5

Agnese è una ragazza di diciotto anni che vive assieme alla madre Marta, una donna molto religiosa a cui la figlia ha promesso la castità fino al matrimonio. Stefano è

Song to song

3.35/5

Austin, Texas: il giovane BV è un talentuoso musicista in cerca della grande occasione e che collabora assieme alla fidanzata Faye nello scrivere testi. Cook è un affermato produttore discografico

Mal di pietre

3.00/5

Francia, 1950. Gabrielle Rabascal è una donna appassionata e libera che vive in un matrimonio senza amore. Si innamora di André Sauvage, un ex militare, quando verrà mandata in una

Il peccato di Lady Considine

4.00/5

Un giovane gentiluomo irlandese, Charles Adare, va in Australia in cerca di fortuna. Qui incontra dopo tanto tempo una vecchia amica d'infanzia, Lady Henrietta Considine, ora sposata a Sam Flusky,

Between us

3.00/5

Henry e Dianne sono una coppia di fidanzati di Los Angeles: lui è un aspirante regista in cerca di ispirazione, mentre lei è una giovane donna in carriera. Dopo aver

Ti amo Presidente

2.50/5

Chicago, 1989: il giovane Barack Obama è un associato di un importante studio legale che deve incontrare per lavoro il proprio supervisore, Michelle Robinson. Durante la giornata Barack, attratto da

Il piano di Maggie

3.70/5

Maggie Harden, insegnante di arte e management, ha un piano: avere un figlio da sola. Ma poi incontra John Harding e il bambino lo fanno in due. Tre anni dopo

Quando hai 17 anni

3.65/5

Damien Delille ha 17 anni, vive insieme alla madre Marianne, di professione medico, e frequenta il liceo in una cittadina francese presso le montagne dei Pirenei, mentre suo padre Nathan

Tardo autunno

3.80/5

Tre amici di lunga data, Mamiya, Taguchi e Hirayama, si riuniscono per commemorare il settimo anno dalla morte di un altro loro amico, Miwa. I tre uomini nutrono un grande

Tarda primavera

4.20/5

Il professor Shukichi Somiya, vedovo ultracinquantenne, vive insieme alla sua unica figlia, Noriko, la quale si occupa amorevolmente di tutti i bisogni del padre e non ha intenzione di sposarsi.