Genere Western

Breve descrizione del genere Western

Scheda film

Il western è il genere più rappresentativo dell’industria cinematografica americana; vista la sua lunga storia, è fra i generi uno dei più vecchi e duraturi, seppure la sua popolarità abbia oscillato più di una volta, e le sue peculiarità profondamente made in USA. Solitamente i western propongono vicende che portano alla conquista di ambienti selvaggi ed alla sottomissione della natura in nome della civiltà, oppure alla confisca dei diritti territoriali degli indiani, gli abitanti originali della frontiera, simbolo del confine fra mondo civilizzato e mondo selvaggio.

I primi film del genere furono girati all’inizio del XX secolo e, come tutte le produzioni dell’epoca, esclusivamente in studio. Quando però l’evoluzione tecnologica consentì le riprese anche in esterno, le ambientazioni scelte per il western cominciarono fin da subito ad essere scelte tra gli angoli più desolati della California, dell’Arizona, dello Utah, del Nevada, del Colorado o del Wyoming, e ben presto il panorama stesso non rappresentò solo uno sfondo per la vicenda ma un elemento portante del racconto. D’altra parte in un genere come il western, solitamente caratterizzato da dialoghi molto semplici, i panorami costituiscono il giusto contrappunto alle vicende, sottolineando anche gli stati d’animo dei protagonisti, spesso cowboy e pistoleri. Molto frequenti sono i combattimenti con gli indiani, rappresentati usualmente come i cattivi della situazione, soprattutto nel western classico. Altri temi ricorrenti sono i viaggi delle carovane e le bande di criminali che terrorizzano piccole città come ne I magnifici sette di John Sturges, del 1960.

L’età d’oro del film western è rappresentata dagli Anni ’40 e ’50, grazie soprattutto alle opere di due registi: John Ford (che scelse spesso John Wayne per i suoi film) e Howard Hawks. Ombre rosse, l’epico film di Ford del 1939, è comunemente considerato uno dei migliori esempi del genere. Non vanno comunque dimenticati Mezzogiorno di fuoco del 1952, di Fred Zinnemann, Sentieri Selvaggi del 1956, di Ford, e Un dollaro d’onore del 1959, di Hawks. Negli Anni ’60 e ’70 il western trovò nuova linfa in Italia con il filone degli Spaghetti-western (detti anche Italo-Westerns in inglese). Le vicende narrate in questi film propongono un maggiore ricorso alla violenza rispetto a quelle di Hollywood. Il maestro assoluto del genere fu Sergio Leone con la sua trilogia del dollaro, conclusasi con Il buono, il brutto e il cattivo, in pianta stabile nella top-ten dei migliori film di sempre di Imdb.

L’America non rimase immune a questo nuovo filone, e a cominciare dai tardi Anni ’60 iniziò a mettere in discussione alcuni dei temi tradizionali del western: dalla proposizione dei Nativi Americani come selvaggi al dualismo buono-cattivo, all’uso della violenza come metro per misurare la forza di carattere o per affermare di essere nel giusto. Questo filone, etichettato come western revisionista, ha fra i suoi maggiori esponenti Il mucchio selvaggio del 1969, di Sam Peckinpah, Piccolo grande uomo del 1970, di Arthur Penn, I compari del 1971, di Robert Altman, e Corvo rosso non avrai il mio scalpo del 1972, diretto da Sydney Pollack. Molte poi le parodie del genere, di cui vale la pena ricordare il sottogenere definito da taluni critici con il termine “fagioli-western”: principale protagonista è stata la coppia formata da Terence Hill e Bud Spencer.

Negli Anni ’90, quando sembrava essere definitivamente morto, il western è tornato di nuovo in auge con opere che hanno fatto incetta di premi presso l’Academy, come Balla coi lupi di Kevin Costner, del 1990, e Gli spietati di Clint Eastwood, del 1992. Molti gli studi su questo genere che si sono posti spesso la domanda se i western debbano necessariamente essere ambientati nel West americano del XIX secolo. Ad esempio I sette samurai di Akira Kurosawa è un esempio di un film con ambientazione diversa, ma che rispetta in pieno i canoni del western. Allo stesso modo è stato evidenziato come la semplice ambientazione western non renda necessariamente il film appartenente a tale genere.

Guarda la classifica dei migliori film di Western

Film del genere Western in archivio

...Continuavano a chiamarlo Trinità

4.00/5

Due fratelli, Bambino e Trinità, fuorilegge vagabondi dal cuore tenero, vengono scambiati per agenti federali. Approfittando dell'equivoco, i due tentano il colpo grosso, ma si ritrovano a difendere una comunità

Sukiyaki Western Django

3.50/5

In un villaggio giapponese, in una terra molto simile al vecchio West, due opposti clan, quello dei Genji vestiti di bianco e quello degli Heike vestiti di rosso, si combattono

I magnifici 7

3.35/5

Stati Uniti, 1870: il tranquillo villaggio di Rose Creek è sotto il potere dello spietato uomo d'affari Bart Bogue e dei suoi uomini. Bogue, infatti, vuole impossessarsi dei terreni di

Uomini e cobra

3.65/5

Dopo una sanguinosa rapina, il bandito Paris Pitman Jr elimina i complici e nasconde il bottino in una fossa di serprenti a sonagli. Pitman viene catturato dallo sceriffo Woodward W.

The hateful eight

4.00/5

Il Maggiore Marquis Warren, un cacciatore di taglie impegnato a trasportare tre cadaveri alla città di Red Rock, ottiene un passaggio nella diligenza su cui viaggiano il suo sospettoso collega

Missouri

4.40/5

Il ricco allevatore Tony Braxton assolda un killer e cacciatore di taglie, Robert Lee Clayton, con lo scopo di allontanare la minaccia della banda capitanata da Tom Logan, impegnata a

The homesman

3.80/5

Mary Bee Cuddy è una donna di 31 anni che vive da sola in una piccola località di frontiera a metà dell’Ottocento. In un mondo di soli uomini, Mary assume

Django

3.85/5

In un paesino dimenticato da Dio, sulla frontiera fra Stati Uniti e Messico, dove si fronteggiano da tempo due gruppi armati irregolari, la setta razzista di incappucciati rossi comandati dal

Il pistolero

4.10/5

John Bernard Brooks è un celebre pistolero rispettato e temuto in tutta la comunità. Dopo la scoperta di un cancro incurabile che gli lascia solamente due mesi di vita, Brooks

Django unchained

4.14/5

Sud degli Stati Uniti, due anni prima dello scoppio della Guerra Civile. Django, uno schiavo afro-americano, si imbatte in King Schultz, un cacciatore di taglie di origine tedesca. I due