"A quiet place": l'edizione Blu-Ray dell'horror con Emily Blunt

Universal Pictures Home Entertainment ha pubblicato le versioni Dvd, Blu-Ray, 4K Ultra HD e Digital HD di A quiet place – Un posto tranquillo, il film diretto da John Krasinski, co-protagonista insieme a Emily Blunt. Nel 2020 la Terra è stata invasa da una pericolosa razza aliena impegnata a distruggere qualsiasi cosa faccia rumore. Una famiglia cerca di sopravvivere, isolata all’interno di una fattoria. Per comunicare, gli Abbott sono costretti a utilizzare il linguaggio dei segni, cercando di non emettere alcun suono per non attirare le creature fino al loro nascondiglio.

Una delle pellicole più acclamate del 2018 arriva in formato home-video e si conferma uno degli horror più disorientanti e sorprendenti degli ultimi anni grazie all’atmosfera di tensione che si percepisce in tutto il film, favorita dal peculiare contesto in cui si sviluppa la trama. La particolarità interessante della versione Blu-Ray è la lieve percezione di sgranatura, che si nota soprattutto perché il film è stato girato in pellicola e nelle scene con un’ambientazione più buia è una caratteristica che risalta maggiormente. Il punto di forza è senza dubbio il comparto audio, che per un film come A quiet place, tutto giocato sui suoni e sui rumori, è un valore di estrema importanza.

 

 

Ogni tipo di movimento o di sussurro è ottimizzato dal canale audio Dolby Atmos inglese, ma bisogna rendere merito anche alla traccia in italiano, perché in questa edizione riesce a tenere testa a quella originale. Davvero sorprendente la qualità complessiva dell’audio, in grado di migliorare in maniera considerevole l’esperienza della visione fra le pareti casalinghe, per un film in cui sono strettamente correlati l’aspetto sonoro e quello visivo, che mantiene anch’esso un ottimo livello di qualità. I contenuti extra sono composti invece da tre featurette.

La creazione del silenzio (15 minuti di durata) immerge lo spettatore nella lavorazione di una sceneggiatura quasi del tutto priva di dialoghi e nel lavoro compiuto da John Krasinski ed Emily Blunt. Ne Il suono dell’oscurità – Il montaggio del suono (12 minuti) viene raccontato il processo che ha portato alla creazione del mixaggio sonoro, dei versi degli alieni e della colonna sonora, composta da Marco Beltrami. Infine, Una ragione per il silenzio – Gli effetti visivi (7 minuti) si concentra sulla creatura aliena, dalla sua concezione allo sviluppo dell’idea originale.

 

 

The following two tabs change content below.

Ultimi post di Davide Sica (vedi tutti)