News: dal futuro 007 ai prossimi film di Clint Eastwood e Shyamalan

Iniziamo subito la rubrica settimanale sul mondo del cinema con un’indiscrezione molto grossa che riguarda il nuovo volto di James Bond, che non sarà più quello di Daniel Craig. Il Mirror ha riportato qualche giorno fa la notizia che Damian Lewis, protagonista in televisione di Homeland e Band of brothers, sarebbe vicinissimo al ruolo più ambito del momento. Secondo la fonte anonima Lewis “è un attore conosciuto in tutto il mondo è la sua figura è cresciuta negli anni quanto a eleganza e sofisticatezza”. Il rumour verrà confermato oppure smentito? Vedremo.

Nel frattempo spostiamoci su casting più definiti, come quello che riguarda Assassin’s creed, pellicola tratta dal celebre videogioco e interpretata da Michael Fassbender e Marion Cotillard. La notizia del giorno è che al cast si sono aggiunti due grandi attori come il premio Oscar Jeremy Irons e Brendan Gleeson. Il film ha come protagonista Callum Lynch, capace di sbloccare la propria memoria genetica, fino a scoprire di appartenere all’antica setta degli Assassini. Diretto da Justin Kurzel, Assassin’s creed sarà nelle sale nel dicembre 2016.

Passaggio di testimone importante per il nuovo film di M. Night Shyamalan: dopo le voci insistenti che volevano Joaquin Phoenix pronto per collaborare nuovamente con il regista dopo l’esperienza di The village, ora sembra che il prescelto sia l’attore scozzese James McAvoy. Le riprese di questo thriller soprannaturale, ancora senza un titolo ufficiale, dovrebbero cominciare a novembre nella casa dello stesso Shyamalan, vicino a Philadelphia. McAvoy sarà presto al cinema in un altro horror, Victor Frankenstein, accanto a Daniel Radcliffe.

 

 

Dai casting alle riprese. Fra i “primi ciak” più rilevanti del momento c’è certamente quello di Sully, il nuovo lavoro di Clint Eastwood: un biopic con Tom Hanks protagonista nei panni del Capitano “Sully” Sullenberger, che il 15 gennaio 2009 fece ammarare il suo velivolo, appena decollato, sulle acque del fiume Hudson. Il “miracolo dell’Hudson” elesse Sully ad eroe nazionale, salvo poi vedersi aprire un’inchiesta con il rischio di rovinare la sua carriera. Si tratta della prima collaborazione assoluta tra due titani del cinema hollywoodiano, con Eastwood che ha dato il via in questi giorni ai lavori tra la North Carolina, Atlanta e Los Angeles.

Altre riprese attesissime sono quelle che riguardano il terzo capitolo della saga di Bridget Jones, intitolato Bridget Jones’s baby, adattamento del romanzo di Helen Fielding. Diretto da Sharon Maguire, il film ha preso il via a Londra in questi giorni, con Renée Zellweger nuovamente nei panni di Bridget, questa volta alle prese con una gravidanza, Colin Firth nella parte di Mark Darcy e Patrick Dempsey come attesa new.entry. Ha declinato l’invito a tornare invece Hugh Grant, a quanto pare scontento della sceneggiatura.

 

goonies

 

Sean Astin, star della trilogia de Il signore degli anelli e dei Goonies, nelle vesti di Mickey, è tornato a parlare proprio del ritorno, in una nuova versione, del cult degli anni ’80, in questi termini: “Come ho sempre detto, non è questione di ‘se’ ma di ‘quando’. In quali modalità? Non ne ho idea. Ci sarò? Non ne ho idea. Vorranno il cast originale? Non ne ho idea. Ma non conta. Ormai è enorme, più grande di tutti noi. Più grande di Steven Spielberg che l’ha creato, più grande di Richard Donner, che gli infuse vitalità. Ora è parte della cultura americana, lo studio ha tutto da guadagnare nel promuoverlo, quindi puntare sull’idea che il pubblico voglia goderselo ancora è una scommessa sicura”.

Infine chiudiamo con una notizia suggestiva: il classico Dieci piccoli indiani di Agatha Christie potrebbe presto vedere nuovamente la luce sul grande schermo grazie a Morten Tyldum, cineasta norvegese che l’anno scorso ha diretto The imitation game. Pubblicato per la prima volta in Italia nel 1939, il libro della Christie ebbe un enorme successo e tuttora è considerato un classico della letteratura di genere. A sostenere finanziariamente il progetto sarà la 20th Century Fox, mentre sui dettagli della lavorazione si sa ancora ben poco.

 

The following two tabs change content below.

Ultimi post di Davide Sica (vedi tutti)